Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, paura al cimitero. Donna inseguita da sciame di api mentre visita la tomba della madre

Esplora:

Massimiliano Vismara
  • a
  • a
  • a

Attaccata da uno sciame di api mentre visitava la tomba della madre. E’ accaduto qualche giorno fa al cimitero monumentale di San Lazzaro e ora a lanciare l’allarme, mettendo in guardia il Comune e i visitatori, è la diretta interessata, fortunatamente uscita indenne dalla brutta avventura nonostante una grande paura.
Le api hanno di fatto costruito un alverare in un loculo del riquadro U. “Ho rischiato la vita - racconta P.T. -. Il fatto si è verificato giovedì scorso, quando sono andata, come faccio tutti i giorni, a cambiare i fiori sulla tomba di mia madre. Improvvisamente ho sentito un forte ronzio sopra di me e quando ho alzato la testa c’era una nuvola nera che mi volteggiava intorno. Sulle prime non ho capito, ma quando ho realizzato di che si trattava sono scappata a gambe levate con le api che mi inseguivano”.

 

Le api probabilmente avevano percepito la presenza della donna come una minaccia e di conseguenza sono partite all’attacco per difendere il nido da un probabile nemico: “Ovviamene - continua la donna - ho avvertito subito i vigili del fuoco, che dopo pochissimo sono arrivati sul posto. Il problema è che, quando hanno visto che non si trattava di vespe, ma di api, mi hanno spiegato che, essendo una specie protetta, non potevano allontanarle con il fumo e quindi si sarebbe dovuto procedere con sistemi non cruenti per la rimozione dell’alveare. Il quale dovrà quindi essere trasferito in altro luogo con l’aiuto di un apicoltore”.
Purtroppo, l’iter per risolvere il problema richiederà dunque alcuni giorni. Infatti, per intervenire, i pompieri dovranno prima chiedere i permessi sia al Comune che al proprietario del loculo, poi, una volta ottenuti, potranno rimuovere la lapide e solo a quel punto l’apicultore procederà a trasferire la regina in un’arnia portatile. Le altre api, come di solito accade in casi del genere, la dovrebbero seguire e in questo modo l’alveare intero potrà essere spostato in un luogo sicuro.

 


 

“Mi rendo conto che le api sono importantissime per il nostro ecosistema - conclude la donna - e che vanno tolte da quel posto senza fargli del male, ma nell’attesa si potrebbe mettere almeno un cartello di pericolo visto che vicino alla tomba di mia madre ci sono tantissimi altri loculi e qualcuno che magari va a visitare i propri cari potrebbe farsi male seriamente”.