Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, elezioni comunali. Frontini: “Nuovi posti di lavoro con partenariati pubblico-privato”

  • a
  • a
  • a

Il lavoro al centro del programma elettorale di Chiara Frontini: la candidata a sindaco sostenuta dalle liste Viterbo 2020, Viterbo Cambia, Con Chiara per Viterbo, La Tuscia nel Cuore e Viterbo fa squadra spiega “la nostra campagna ‘Prendi parte al cambiamento’, organizzata ben prima di sapere che saremmo andati incontro a elezioni anticipate, aveva lo scopo di capire esigenze e priorità dei cittadini viterbesi. Da quell’impegno di ascolto e confronto è emersa l’importanza del lavoro di fronte all’assenza di sviluppo economico e alle preoccupazioni di tanti, troppi cittadini, giovani e non, certificate peraltro da rilevazioni statistiche come l’indagine condotta da Il Sole 24 Ore. Per questo il lavoro è al centro del nostro programma: deve essere l’obiettivo chiave di ogni progetto della futura amministrazione”.

 


 

“I nostri interventi - prosegue Chiara Frontini - hanno lo scopo di rilanciare l’occupazione a Viterbo, investendo i fondi pubblici in azioni che rappresentino un moltiplicatore economico, attraverso la valorizzazione delle aree produttive, la sburocratizzazione e lo sviluppo del turismo. Investiremo sulla piena realizzazione delle Apea (Aree produttive ecologicamente attrezzate) e sul completamento delle opere di urbanizzazione del Poggino-Ciprovit e dell’Acquarossa, rendendoli dei centri artigianali e industriali interconnessi, e del centro storico, che è motore di occupazione grazie al commercio e al turismo”.
Aggiunge la candidata civica: “La creazione di partenariati pubblico-privati deve essere la norma: il Comune deve facilitare e attivare processi per far sì che l’economia si dinamicizzi. Per concretizzare questo impegno, daremo vita a un unico settore interamente dedicato ai servizi a domanda individuale di imprese, cittadini e liberi professionisti, così da snellire il rapporto con alla pubblica amministrazione. Il turismo diverrà motore dello sviluppo economico locale, attraverso la realizzazione del primario obiettivo di aumentare le presenze dei turisti e, soprattutto, la permanenza media (dalle attuali 1,6 notti a 2,8 notti). Questo aumenterà il reddito delle attività del settore e con esso la richiesta di professionalità di tutti i tipi”.

 

Conclude Chiara Frontini: “Vista l’occasione imperdibile rappresentata dal Pnrr, è quanto mai imprescindibile che i fondi pubblici generino occasioni di lavoro per tutti, con un occhio di riguardo ad over 50, donne e giovani. Viterbo deve tornare a essere una città di opportunità”.