Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, caccia al pirata che ha travolto la'auto dei genitori di Stefano Cucchi

  • a
  • a
  • a

Caccia la pirata della strada che venerdì mattina ha travolto l’auto dei genitori di Stefano Cucchi sull’autostrada Roma-Civitavecchia all’altezza di Monte Romano. A dare la notizia è stata, con un post su Facebook, la sorella del geometra che nel 2009 secondo la sentenza passata in giudicato fu ucciso di botte dai carabinieri e per il cui omicidio sono stati condannati in via definitiva a 12 anni di carcere i due militari Di Bernardo e D’Alessandro.  "Un grosso veicolo pirata questa mattina (venerdì) ha urtato l’auto mentre percorreva l’autostrada Roma-Civitavecchia all’altezza Monte Romano, mandandola in testa coda. Sono esplosi tutti i vetri dei finestrini. A bordo vi viaggiavano i miei genitori che sono finiti in ospedale assieme ai due accompagnatori", scrive Ilaria Cucchi.
Il padre Giovanni è stato già dimesso mentre la mamma, la signora Rita, è stata trattenuta all’ospedale di Civitavecchia con fratture alla clavicola e a quattro costole.

 

L'incidente è avvenuto intorno alle 13 in direzione Nord. I genitori di Ilaria e Stefano Cucchi possiedono da molti decenni, cosa nota alle cronache, una casetta all’interno del camping Tuscia-Tirrenica a Tarquinia Lido. Si stavano recando lì per passare il week end al mare come fanno spesso.  A bordo dell'auto c'erano altre due  persone: “Sto cercando di capire le condizioni dei due accompagnatori, che sono stati ricoverati in un ospedale diverso”. E' caccia all'auto che ha urtato il mezzo: “Il conducente del veicolo investitore è scappato. La polizia stradale sta indagando”. Sull’automobilista sono in corso le indagini degli agenti, che stanno cercando di ricostruire la dinamica dell’accaduto, ascoltando le persone coinvolte e cercando di capire se le telecamere autostradali abbiamo immortalato il passaggio della macchina in questione. Ilaria Cucchi ha poi lanciato un appello: “Chiunque potesse aver visto qualcosa. Si faccia avanti. Non è giusto che la faccia franca”. Il post, nel quale compare anche la foto dell’auto incidentata dei genitori, in pochi minuti ha ricevuto tanti messaggi di solidarietà e condivisioni da parte degli utenti.

 

Sono in corso delle indagini da parte della polizia stradale per rintracciare l’automobilista che ha tamponato l’auto della famiglia Cucchi. Potrebbero essere utilizzati anche i filmati delle telecamere che sono sull’autostrada per individuare il veicolo.