Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, elezioni comunali. Romeo: “Centrodestra avanti con Ubertini Ha garantito 37 milioni di finanziamenti”

Mattia Ugolini
  • a
  • a
  • a

Claudio Ubertini è una persona che ha dimostrato sul campo di saper ottenere dei risultati, portando in città un finanziamento di 37 milioni per progetti sulla qualità dell’abitare, interventi che determineranno una profonda trasformazione di importanti parti della città”. Parola di Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega in Senato. L’esponente salviniano, giovedì era a Viterbo per sponsorizzare la candidatura di Ubertini, ex assessore all’urbanistica nella giunta Arena. Al suo fianco, il leader Umberto Fusco e Stefano Evangelista. Come noto, a supporto della candidatura di Ubertini, oltre a quello leghista, ci sarà anche il listone di Forza Italia, Fondazione e Udc. “Guardando le liste che vanno insieme - ha commentato Romeo - possiamo parlare di centrodestra di governo. Ci dispiace che non siamo riusciti a coinvolgere FdI ma, come è avvenuto a livello nazionale, hanno fatto una scelta diversa. Vedremo cosa succederà al ballottaggio”.

 

E proprio sull’ipotesi di un rappacificamento con i meloniani, il presidente dei senatori del Carroccio è abbastanza chiaro: “E’ vero che ci sono i partiti, ma contano anche le persone e, per noi Ubertini ha dimostrato capacità, per cui andremo avanti su questa strada”. Proprio il diretto interessato, dalle colonne del Corriere di ieri ha ribadito i motivi per i quali non è stato possibile presentarsi con FdI alle comunali: “Per mesi, abbiamo in tutti i modi cercato di arrivare a un compromesso ma non hanno voluto sentire ragioni. Il loro è stato un comportamento inaccetabile”.

 

Nel tardo pomeriggio di ieri, quello che Romeo chiama “centrodestra di governo”, ha depositato ufficialmente i 64 nomi che comporranno le due liste. I due capolista saranno uno tra Evangelista e Micci per la Lega e Giulio Marini per FI-Fondazione-Udc. Non ci sarà, come da programma, il fondatore di Fondazione Gianmaria Santucci, ritiratosi dalla politica sul campo ma comunque impegnato dietro le quinte. Sempre nella Lega, poi, oltre al confermatissimo Andrea Micci, si ricandideranno Ludovica Salcini e Vittorio Galati, dati da molti in forse fino all’ultimo. Da quel poco che si sa, saranno molti i volti nuovi, compreso qualche giovane. Quasi a voler dare un segnale di ricambio generazionale proprio ora che, dopo la caduta rovinosa di Arena, il centrodestra viterbese ha un disperato bisogno di essere rifondato.