Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, elezioni comunali. Allegrini sulla sicurezza: “Il degrado in centro nasce dalla smobilitazione”

Mattia Ugolini
  • a
  • a
  • a

La sicurezza, soprattutto quella urbana, al centro del programma elettorale di Fratelli d’Italia. Ieri, venerdì 13 maggio,  al comitato di Laura Allegrini si è tenuta la conferenza stampa di quelli che, secondo i meloniani, sono gli specialisti in questo settore: Lorenzo Suraci, ex questore di Viterbo, e Raffaello Federighi, ex ufficiale dei carabinieri.

 

FdI si è affidata a loro per redarre il programma per la sicurezza: “Siamo persone competenti, conosciamo sia la situazione locale che quella regionale. Abbiamo scisso - ha affermato Federighi - le nostre precedenti esperienze da tecnici, rendendoci conto che la condizione di candidati consiglieri merita un approccio diverso”. Federighi sembra avere le idee chiare: “Bisogna evitare degrado e microcriminalità, ad ogni costo. Povertà, appartamenti vuoti ed attività commerciali chiuse sono terreno fertile per delinquenti e criminali di ogni genere. Senza sovrapporci alle autorità delegate, dobbiamo mettere in campo contromisure adeguate per garantire la vivibilità e contemperare le libertà individuali con le esigenze della sicurezza”. Ha fatto eco al collega Suraci: “Sebbene i reati siano diminuiti ci si sente comunque insicuri. Questa sensazione è dovuta alla poca cura della sicurezza urbana. Illuminare le strade ed installare telecamere non è una mera spesa ma un investimento, altrimenti ne risente soprattutto il turismo. Vivibilità e decoro riguardano direttamente il sindaco”.

 

L’ex questore viterbese, poi, ha proseguito: “E’ pur vero che, spesso, le persone vedono gente di colore e si inalberano subito, gridando allo spaccio. I cittadini devono stare calmi. Quando sento parlare di poliziotti di quartiere (alludendo alla proposta di Chiara Frontini, ndr) mi viene da ridere. Questo è un tema stracotto e, chi l’ha proposto, dovrebbe sapere che l’istituzione di questa figura non spetta al sindaco ma al comandante dei carabinieri ed al questore. Il primo cittadino può emettere ordinanze, per fermare l’accattonaggio e la prostituzione, ad esempio”. La competenza in materia di sicurezza per Federighi e Suraci è importante. Difatti lo sottolineano: “Sappiamo quali sono le esigenze e fino a che punto si può chiedere determinate cose alle autorità, oltre a conoscere quali mansioni riguardano i Comuni. Questo è importante ed è bene che i viterbesi ne siano a conoscenza”. Su tutto questo è d’accordo anche Laura Allegrini, la candidata a sindaco di FdI. Per lei, il degrado in alcune zone - soprattutto in centro - ha preso il sopravvento a causa della smobilitazione degli uffici pubblici: “Lo sviluppo della città dipende dalla percezione della qualità della vita, che in alcune zone è minima. Tolti l’ospedale, il tribunale, la caserma della Guardia di finanza, il distretto militare, le banche e gli uffici comunali, il centro ha iniziato a sprofondare nel degrado. E’ stato svuotato dal presidio istituzionale e si riempie con la criminalità, bisogna investire per cacciare questa piaga”.

 

Allegrini fa un esempio a lei caro: “Piazza san Faustino, grazie a degli investimenti da me fortemente voluti, è stata recuperata e strappata al degrado. Ora è una piazza ridente del centro storico con illuminazione, ed un luogo di incontro meno appetibile per spacciatori e criminali”. “Questo processo - ha concluso - passa per tante cose: il degrado, oggi, è sulle spalle dei turisti ed attecchisce anche la normalità, serve maggior collaborazione con la questura”.