Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Roma, inceneritore. Bengasi Battisti: "Proposta in conflitto col piano regionale dei rifiuti”

B. M.
  • a
  • a
  • a

“La proposta di un inceneritore da 600 tonnellate del sindaco Gualtieri per i rifiuti romani risulta anacronistica, contraria ai criteri Europei e in contrasto con il Piano regionale dei Rifiuti”.  La critica arriva da Bengasi Battisti, consigliere comune di Corchiano, secondo il quale si tratta di una proposta che va “contro i moderni principi di economia circolare e in netto contrasto con la transizione ecologica. La raccolta differenziata, il riuso, il recupero e il riciclo già avviati con successo e soddisfazione dei cittadini in tanti comuni italiani - argomenta Battisti - andranno in fumo con il termocombustore. Speranze e materiali da recuperare saranno distrutti in un bilancio energetico negativo”. 

 

Battisti ricorda che dalle lattine di alluminio, con incenerimento l’energia recuperata è pari a zero, mentre quella risparmiata con il riciclo è 161 (Mj per chilogrammo). “Dalla Plastica - spiega ancora il consigliere comunale di Corchiano - l’energia recuperata con incenerimento è 14,78 Mj/kg mentre quella risparmiata con il riciclo è 41,41, sempre Mj per Kg. E inoltre, dalla carta, l’energia recuperata con incenerimento è 7,15 Mj/kg, mentre quella risparmiata con il riciclo è 21,49”.
“Quella diffusa cultura del recupero, del riuso e della riduzione con tutti i conseguenti, interessanti e diffusi stili di vita che hanno entusiasmato le diverse generazioni - secondo Bengasi Battisti - si ridurrebbero in pericolose ceneri. Con il Termovalorizzatore, Roma saluterebbe definitivamente i modelli di raccolta differenziata e di tutte quelle iniziative di partecipazione delle comunità che hanno rivitalizzato le sensibilità ambientali e migliorato gli stili di vita. Andrebbe così perduta la grande opportunità di Roma capitale europea del recupero e del riciclo”. 

 

Battisti evidenzia, inoltre, come il progetto dei sindaco della Capitale non sarebbe in linea con la politica regionale sul fronte dello smaltimento dei rifiuti.
“Gualtieri, inoltre, con la sua proposta - spiega infatti Battisti . si dissocia dal Piano rifiuti della Regione Lazio con un atto di scorrettezza politica e istituzionale. La conseguente timidezza di Zingaretti e del presidente della Provincia di Viterbo Romoli - conclude l’esponente politico del Comune di Corchiano - sono semplicemente imbarazzanti”.