Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, stazione di Tarquinia. I parcheggi restano a pagamento

Anna Maria Vinci
  • a
  • a
  • a

Non passa in Consiglio la mozione che chiedeva la rimozione dei parcheggi a pagamento nel piazzale della Stazione ferroviaria e quindi la revoca della delibera di giunta del 30 aprile. La mozione era stata presentata dai consiglieri di opposizione Sandro Celli (Pd), Enrico Leoni (Pd) e Andrea Andreani (M5S).

 


Considerato che il parcheggio è utilizzato per lo più da residenti, studenti e lavoratori, il pagamento dei parcheggi risulta un’ulteriore spesa, un aggravio per le famiglie – ha ribadito Andreani nell’assise consiliare -. Bisognerebbe invece agevolare in tutti i modi l’utilizzo di altri mezzi, anche a favore dell’ambiente, ad esempio, prendere il treno per andare a Roma è sicuramente più ecologico che usare l’auto. Già i pendolari subiscono un onere sociale, per recarsi sul posto di lavoro, visto che pagano un abbonamento al treno e a questo non si può aggiungere un’altra spesa. Gli studenti poi che vanno all’Università e che sono a carico delle famiglie? Chiedo la rimozione della delibera anche perché il profitto per l’Amministrazione è veramente esiguo”. 
Celli: “Questa decisione è totalmente ingiustificata così come quella di diminuire gli stalli a pagamento da 140 a 98 e non cambia nulla, perché chi va alla stazione sarà comunque costretto a fare l’abbonamento, non può rischiare di non trovare lo stallo bianco e pagare 3 euro a fronte dei 10 di abbonamento. Alcuni studenti stanno raccogliendo delle firme, sono già arrivati a 500, perché detti parcheggi a pagamento sono un altro onere per le famiglie. Diciamo che questa Amministrazione non ha voluto tornare indietro”. 
Celli critica anche altre scelte amministrative: “I moduli al parcheggio Bruschi Falgari occupano ben 40 posti che servono ai cittadini. All’ospedale avete tolto un’area verde al centro abitato, per non incrementare i posti e creare altri posteggi a pagamento. Spero che non si realizzino altre idee similari”. Andreani ha messo in rilievo come il parcometro del piazzale dell’ospedale non è ancora attivo (non c’è stata delibera). 

 


Sui parcheggi intervengo anche i consiglieri d’opposizione Arianna Centini e Manuel Catini: “Con convinzione abbiamo votato a favore della mozione presentata dai colleghi di minoranza. Purtroppo la maggioranza in consiglio comunale ha respinto la proposta: una presa di posizione inconcepibile che ha diviso anche l’Amministrazione stessa. Le assenze di alcuni consiglieri, infatti, lasciano pensare che non si possono sempre assecondare scelte per partito preso o per sola fedeltà politica”.