Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, elezioni comunali. Sui social piovono critiche ad Arena

R. V.
  • a
  • a
  • a

Strana la vita. Dall’oggi al domani ti ritrovi mano nella mano col nemico e vallo un po’ a spiegare che è normale così. Effettivamente, a parte la delusione e l’amarezza, sentimenti fin troppo umani, c’è poco di normale agli occhi dei cittadini - testimoniano le critiche sui social - nell’approdo di Giovanni Arena nel centrosinistra, alleato, oltre che del Pd, di quel presidente della Provincia, Alessandro Romoli, a cui si deve la caduta del Comune. Il Pd aveva sempre detto che Arena era stato il peggior sindaco di Viterbo e Romoli dal canto suo, pur di farsi eleggere, aveva beatamente sottovalutato (insieme ai vertici di FI) i rischi che avrebbe corso Palazzo dei Priori. Il resto è storia e c’è poco da aggiungere in questa fase. Il prossimo capitolo lo scriveranno gli elettori. 

 

Fatto sta che l’uscita pubblica dell’ex primo cittadino per annunciare la nascita della lista Viterbo Cresce a sostegno di Alessandra Troncarelli per ora sembra essersi risolta in un mezzo boomerang. A cominciare dal nome: come fai a parlare, notano sui social, di Viterbo che cresce quando sulla Viterbo che affondava c’era la tua faccia? Come fai ad ergerti ad alfiere della rinascita dopo tanto disastro? “Viterbo - nota un utente di Facebook - sì cresce, come l’erba che non siete stati capace di tagliare”. E un altro: “Andando dove porta il vento, non si cresce, anzi si retrocede”. Oppure: “Se ne sentono di tutti i colori per una poltrona”. Lo stesso ragionamento vale per il Pd: “Non solo (Arena, ndr) non prenderà una percentuale accettabile di voti, ma allontanerà, me compreso, molta gente dalla Troncarelli”. E uno ancora più sicuro: “Hanno trovato il modo (il Pd, ndr.) di allontanare la gente dalla Troncarelli”. 

 

La verità ovviamente la diranno le urne. Per ora, resta il fatto che Arena si trova sulla stessa barca di Romoli, che però, più furbo, la faccia non ce la metterà. Forse darà in prestito quella della compagna Isabella Lotti (ma è tutto da vedere: sono in corso pressioni per farlo desistere). Martedì sembra che arrivi a Viterbo Battistoni e tutti si aspettano la cacciata dal partito dei transfughi, in primis Arena. Romoli, dopo aver lanciato il sasso, nasconderà la mano?