Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, artigianato artistico protagonista a Valle Faul. Imprese e scuole esporranno le loro creazioni

B. M.
  • a
  • a
  • a

Valle Faul diventa la casa dell’artigianato artistico: da venerdì al 15 maggio torna l’appuntamento con la 15esima edizione della mostra-concorso “Forme e Colori”, organizzata dalla Cna. Protagoniste dell’evento saranno le imprese e le scuole. Si tratta dell’unica mostra dell’Alto Lazio dedicata solo all’artigianato artistico. Ma è anche un evento formativo, visto che oltre alle imprese coinvolge anche le scuole. E’, in definitiva, una vetrina, in quanto tutte le opere saranno esposte, oltre che fisicamente, anche sul web. Insomma, è questo e molto di più. “Forme e Colori nella Terra di Tuscia”. 

 


 

“La forma del pensiero”: è questo il titolo dell’edizione 2022 della mostra concorso di artigianato artistico organizzata da Cna Artistico e Tradizionale di Viterbo e Civitavecchia. Si fa dunque un passo in più. “Infiniti mesi di costrizioni, regole, cambi di colore, limitazioni - dice Cinzia Chiulli, artigiana, presidente di Cna Artistico e Tradizionale di Viterbo e Civitavecchia - non hanno arrestato il pensiero creativo, anzi, se possibile, lo hanno potenziato”. 
Si lascia dunque strada agli artigiani in modo che siano “liberi nell’espressione dei loro talenti e che il loro pensiero creativo esprima la preziosità del miracolo della trasformazione che stanno compiendo nella loro opera d’arte. Stabiliamo noi le regole del nostro benessere e, al di là di qualsiasi categoria, riprendiamo ‘in mano’ le nostre vite”.

 

La mostra concorso, quest’anno si articola in due sezioni: una per le imprese, l’altra per gli studenti dei Licei Artistici del Lazio.
Le imprese artigiane possono presentare in concorso un’opera inedita ed esporla insieme a una seconda. In alternativa, possono decidere di partecipare solo alla mostra. Gli studenti, oltre ad avere l’opportunità di partecipare al concorso, possono entrare in contatto con il sapere artigiano. Torna infatti anche il ciclo di incontri “Il sapere nelle mani. Dialoghi con gli artigiani”.
Infine i premi che la Fondazione Carivit metterà a disposizione delle imprese vincitrici del concorso: 1.000 euro al 1° classificato, 600 al 2°, 400 al 3°. Per le scuole, invece, il primo premio sarà un voucher di 1.000 euro per l’acquisto di materiale didattico a favore della classe o dell’indirizzo cui appartiene lo studente, o il gruppo di studenti vincitori, grazie sempre alla Fondazione.
La partecipazione a “Forme e Colori nella Terra di Tuscia” è gratuita.