Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, Forza Italia è pronta a rientrare in giunta a Civita Castellana. Minoranza: “Siamo alla farsa”

  • a
  • a
  • a

In questi giorni circola con insistenza la notizia di un possibile rientro di Forza Italia nella maggioranza comunale di Civita Castellana, formata da Fratelli d’Italia e Lega Salvini. I berlusconiani erano usciti dalla Giunta falisca, guidata dal sindaco Luca Giampieri, nel mese di dicembre, dopo la spaccatura del centrodestra a Viterbo durante le elezioni provinciali nelle quale Forza Italia si era alleata con il Partito democratico. Secondo alcuni rumors il ritorno del partito azzurro sarebbe imminente, ma nulla è scontato. 

 


 

“La posizione di Forza Italia- spiega il presidente del Consiglio Claudio Parroccini - non è cambiata. Quando uscimmo dalla maggioranza lo facemmo dichiarando che avremmo votato tutto quello che andava nella direzione della tutela dell’interesse generale e della crescita di Civita Castellana . Questo non lo dico io, ma lo impongono le regole della democrazia e del contestuale legame con i propri elettori. Per quanto attiene ad un rientro in maggioranza nulla è stato deciso e al momento non esistono elementi di discontinuità amministrativa tali da avviare la benché minima riflessione. Bisognerebbe quanto meno condividere un’agenda di governo con obiettivi da realizzare nel breve, medio e lungo termine. Ad oggi nessun incontro è stato fatto a tale proposito”.

 

 

Le affermazioni di Parroccini smentiscono, almeno per il momento, il ripensamento del partito azzurro e il suo eventuale sostegno al sindaco Giampieri. Su questa vicenda molto critica è l’opposizione. Rifondazione Comunista commenta: “Siamo arrivati dalla tragedia alla farsa. Voglio ricordare le tappe politiche di Forza Italia che nel 2014 va con il centrodestra, nel 2019 si presenta da sola, nel 2020 appoggia di nuovo il centrodestra ed entra in maggioranza, nel 2021 esce invece dalla maggioranza di Centrodestra a Civita Castellana e vota in alleanza con il Pd alle provinciali. Infine, nel 2022, rientra nella maggioranza di centrodestra e Claudio Parroccini riesce nel capolavoro di fare il presidente del consiglio comunale a Civita Castellana con la destra e il capo di Gabinetto insieme al Pd in Provincia. Se non ci fosse da piangere sarebbe comico. Il tutto mentre Civita Castellana casca a pezzi ed è abbandonata a se stessa. Per nostra fortuna noi siamo comunisti, e quindi abbiamo scelto la strada della serietà e della coerenza, perdendo spesso la possibilità di avere il didietro caldo su qualche poltrona, e siamo tutt’altra cosa rispetto a chi usa l’impegno amministrativo come volano della propria carriera politica”.