Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, scuola. Gli studenti vogliono l'abolizione del doppio turno. Striscioni contro il prefetto

  • a
  • a
  • a

“Prefetto dove sei? Assente. No ai doppi turni”. Cosi recitavano gli striscioni affissi ieri mattina davanti agli ingressi degli istituti superiori Santa Rosa di Viterbo e Colasanti di Civita Castellana.

 

Nel mirino degli studenti il rappresentate del governo, ritenuto il principale responsabile del mancato ritorno al turno unico d’ingresso: “Dopo l’inconcludente tavolo di confronto tenutosi in prefettura il 7 aprile, tra i rappresentanti della Consulta provinciale e gli organi istituzionali, gli studenti del Colasanti e del Santa Rosa hanno voluto dare un chiaro segnale che testimonia il disinteresse delle istituzioni, rappresentato dall’assenza del prefetto in sede del tavolo di confronto. Ancora una volta, la protesta non si ferma e non si fermerà”, affermano dalla consulta, che preannunciano nuove mobilitazioni dopo le vacanze pasquali. Anche se a questo punto, con l’anno scolastico ormai agli sgoccioli, a un possibile ritorno all’orario unico di ingresso alle 8 non ci crede più nessuno.