Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, rapina a guardia giurata. Cinque arresti

  • a
  • a
  • a

Nella giornata di ieri personale della squadra mobile ha portato a compimento l’operazione di polizia giudiziaria Last Security, procedendo all'arresto di cinque persone, tutti italiani, responsabili di rapina aggravata in concorso, porto in luogo pubblico di arma comune da sparo e ricettazione. "Nel medesimo contesto sono state eseguite perquisizioni domiciliari con l’ausilio del reparto prevenzione crimine Lazio e unità cinofile della Polizia".

"I fatti oggetto d'indagine - si legge in una nota della questura - si riferiscono alla rapina avvenuta a Viterbo il 12 luglio 2021 ai danni di una guardia giurata dopo che la stessa aveva effettuato prelievi in due esercizi commerciali del capoluogo per conto dell’istituto di vigilanza per il quale lavorava. Nella circostanza i malviventi, dopo aver effettuato un pedinamento, consumarono il reato nel momento in cui la vittima si trovava in un luogo isolato sottraendole, sotto la minaccia di una pistola, l’arma di servizio e una borsa contenente la somma di 43mila euro. Il pronto intervento degli agenti consentì di fermare nell’immediatezza uno dei responsabili, poi sottoposto a misura cautelare e, all’esito di una scrupolosa e complessa attività investigativa coordinata dal pm Stefano D'Arma, d'individuare gli altri componenti del gruppo criminale".

"Dei provvedimenti restrittivi di ieri uno è stato notificato presso la casa circondariale di Perugia dove l’indagato era già detenuto, uno è stato effettuato in provincia di Pistoia e il soggetto associato presso il carcere La Dogaia di Prato, mentre gli altri tre sono stati eseguiti a Viterbo. In particolare due indagati sono stati rintracciati nelle loro abitazioni e trasferiti all’istituto di reclusione Mammagialla di Viterbo; il terzo, inizialmente resosi irreperibile, dopo pressante attività di ricerca operata dagli agenti, si è costituito in questura".