Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, sanità. La protesta dei sindacati autonomi. "Accendere un faro sui concorsi Asl"

B. D.
  • a
  • a
  • a

I sindacati autonomi continuano il braccio di ferro con la Asl e per questa mattina, 25 marzo, hanno programmato una manifestazione sotto le finestre della direzione generale alla Cittadella della salute. Il sit-in è stato organizzato dalle organizzazioni provinciali di Confael e Nursing Up guidate da Egidio Gubbiotto e Mario Perazzoni che puntano ancora una volta il dito sulle scelte aziendali e sulla situazione del bilancio che metterebbe a rischio nuove assunzioni e la stabilizzazione dei precari. Dopo che le due sigle hanno avanzato la loro piattaforma di rivendicazioni si è atteso un segnale dalla Asl che non è arrivato. “L’azienda non ha manifestato nessuna volontà di un aperto e civile dialogo e confronto”, si legge in una lettera firmata dai due responsabili che tuttavia rilanciano provando ad aprire un tavolo di confronto in Prefettura. Tuttavia sono gli stessi due sindacalisti a dichiararsi scettici rispetto a una risposta della Asl. Dunque le bandiere dei due sindacati saranno davanti alla cittadella della salute oggi dalle 10 alle 13. Inoltre Gubbiotto e Perazzoni hanno convocato anche una conferenza che si terrà al Bar Grandori alle 12,30.

 

Perazzoni preannuncia contenuti scoppiettanti soprattutto per quanto riguarda la gestione degli ultimi concorsi e selezioni e di quelli che stanno per essere avviati. “Sono pronto a mettere i nomi dei vincitori in una busta chiusa”, giura al telefono aggiungendo: “Siamo gli unici che solleviamo i tanti problemi che affliggono la sanità del nostro territorio. Chissà perché?”. Il riferimento è ovviamente malizioso e va ai concorsi. 
I due sindacalisti parlano anche di "picchi anomali di reddito che coincidono troppo spesso con i soliti sodali, tutti aspetti che andrebbero analizzati in altre sedi". In tutto ciò,. concludono, "a farne le spese è il personale in prima linea nel comparto che vece messo a rischio il proprio contratto di lavoro o in bilico la propria assunzione per evidenti ed innegabili criticità amministrative gestionali".