Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, furto di soldi e carte di credito al convento di Tuscania

  • a
  • a
  • a

Ladri in azione nel convento di San Paolo, a Tuscania, che oggi ospita le “Serve del Signore e della Vergine di Matarà”. Hanno agito indisturbati domenica sera, perché le suore erano in chiesa per la celebrazione dei vespri. Non ancora quantificato il bottino, visto che sono riusciti a scappare con circa 1.000 euro in contanti, che servivano per la sostituzione di una finestra, ma soprattutto con i documenti e le carte di credito delle suore. Considerato che nel convento vivono circa 80 suore, potrebbe dunque trattarsi di un bottino importante.

Dalle prime indagini dei carabinieri, i ladri sono entrati scassinando una porta secondaria, quella del giardino, e poi, servendosi di una scala, sono arrivati al balcone del primo piano. Hanno percorso il corridoio San Giuseppe e si sono diretti subito nell’ufficio dell’economato, dove hanno preso soldi, documenti e carte di credito.

Una suora che si trovava in cucina ha sentito il cane del convento abbaiare in modo insistente. E’ uscita per capire cosa avesse spaventato l’animale, e si è accorta della porta aperta dell’economato. A quel punto ha avvertito le suore che erano in chiesa e ha chiamato i carabinieri. I militari sono arrivati sul posto e hanno dato il via alle indagini. Sarebbe intervenuta anche la scientifica, nella speranza di rilevare tracce utili a scoprire l’identità degli autori.