Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, accoltellato al Sacrario. Identificati i due aggressori

  • a
  • a
  • a

Sarebbero stati identificati i due giovani che sabato notte hanno accoltellato un trentenne e picchiato un altro ragazzo in piazza del Sacrario, di fronte alla chiesa degli Almadiani. Nelle ultime ore, infatti, stando alle poche indiscrezioni trapelate finora, gli agenti della squadra mobile avrebbero dato un volto e un nome ai due presunti autori dell’aggressione. Le indagini della mobile si erano subito concentrate su persone - pare già note alle forze dell’ordine - che gravitano nella zona tra il Sacrario e San Faustino. I due aggressori tra sabato e domenica scorsi, intorno all’una di notte, si sono avvicinati a due ragazzi, residenti in un centro dell’Alta Tuscia, intenti a passeggiare in piazza del Sacrario dopo aver trascorso la serata in un locale del centro.

 

Gli aggressori, con la scusa di chiedere un accendino, hanno fermato i due ragazzi. Poi uno di loro avrebbe tirato fuori un coltello e avrebbe sferrato un fendente alla coscia destra del rivale, tentando anche di colpirlo al petto. L’amico, invece, sarebbe stato tramortito da un pugno e sarebbe svenuto. I due aggressori poi sono fuggiti ma, come detto, nella giornata di ieri sarebbero stati identificati dalla polizia. Decisive in tal senso, oltre alle tracce lasciate in terra e analizzate dalla scientifica domenica mattina, anche le immagini delle videocamere di sorveglianza che riprendono piazza del Sacrario, a cominciare proprio da quelle installate sulla facciata della chiesa degli Almadiani. Non passa un giorno, anzi, una notte, che il centro storico, soprattutto la zona compresa tra piazza della Rocca, via Cairoli e il Sacrario, non finisca agli onori della cronaca per episodi di violenza. L’ultimo si è consumato giovedì notte verso le 22 in via del Gallo, tra via del Pavone e via della Morra, dove la polizia è dovuta intervenire per sedare una lite che sarebbe nata per motivi di droga. A chiedere l’intervento dei poliziotti alcuni residenti.

 

Sul posto gli agenti hanno rintracciato un dominicano 29enne con ferite alla mano destra, rinvenendo sul manto stradale alcuni cocci di vetro. Lo straniero è stato soccorso dai sanitari del 118, mentre i poliziotti hanno rintracciato altre due persone, coinvolte nella lite, una 36enne bosniaca e un pregiudicato viterbese di 28 anni sottoposto alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza. L’uomo, che alla richiesta di documenti è andato in escandescenza, è stato accompagnato in Questura e denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e per inosservanza degli obblighi connessi alla misura di prevenzione in atto che prevedono il soggiorno presso la sua abitazione nelle ore serali.