Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Roma, droga: maxi operazione della polizia. A Viterbo arrestato un albanese

  • a
  • a
  • a

Maxi operazione antidroga ieri, mercoledì 16 marzo, all’alba tra Roma e Viterbo. Nove persone sono finite in manette accusate di far parte di una banda composta da italiani e albanesi che gestiva diverse pizze dello spaccio nella Capitale. Un arresto è stato portato a termine a Viterbo, dove uno dei soggetti destinatari della misura cautelare in carcere è stato raggiunto. Si tratterebbe di un albanese che aveva trovato ospitalità da conoscenti.

 

Gli agenti della squadra mobile di Roma e Viterbo hanno dato esecuzione ad un' ordinanza di applicazione della misura cautelare della custodia in carcere, richiesta dalla direzione distrettuale antimafia di Roma ed emessa dal gip, nei confronti di 9 soggetti, ritenuti altamente indiziati, a vario titolo, dei reati di associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e cessione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti: cocaina, hashish e marijuana.

 

L’attività di indagine della squadra mobile ha permesso di smantellare l’organizzazione che controllava il mercato degli stupefacenti nella zona di Acilia. Gli elementi d’indagine raccolti hanno evidenziato gli stretti rapporti intercorrenti tra il fornitore dell’associazione attiva a Torpignattara e un soggetto albanese conosciuto nel panorama criminale romano per i legami con elementi apicali delle organizzazioni criminali albanesi attive a Roma. Nel corso dell’indagine sono stati sottoposti a sequestro complessivamente 5 chili di cocaina, 43 chili di marijuana e 82 di hashish.
Tra gli arrestati c’è anche una cantante albanese e un ex pugile, albanese, che faceva parte della banda di Diabolik, Fabrizio Piscitelli, ucciso nel 2019 al parco degli Acquedotti di Roma.