Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, reddito di cittadinanza. Denunciati 6 furbetti che hanno incassato 50 mila euro

  • a
  • a
  • a

Avevano dichiaro il falso per ottenere il reddito di cittadinanza riuscendo a prendersi gioco dell’Inps. Ma non avevano fatto i conti con i carabinieri che, ormai da q1uando è stato istituito il benefico che dovrebbe aiutare le persone senza lavoro, hanno messo in campo un serie di verifiche per accertare se ciò che viene dichiarato nelle domande poi corrisponde al vero. Il tutto per stanare i furbetti che prendono il reddito senza averne diritto.

 

In particolare i militari delle stazioni di Orte e Vasanello, insieme ai carabinieri del nucleo ispettorato del lavoro di Viterbo, hanno sorpreso a seguito di indagini svolte di iniziativa sei soggetti, tre italiani e tre stranieri, che attestando falsamente di non recepire nessun tipo di reddito da lavoro loro o i conviventi, e attestando falsamente la residenza in Italia da almeno 10 anni non continuativi e da due anni continuativi, sono riusciti ad avere dallo stato sotto forma di reddito di cittadinanza 49.800 euro in totale. I carabinieri li hanno quindi denunciati per truffa e false comunicazioni e hanno attivato l’iter per bloccare immediatamente l’erogazione del beneficio.  

 

 

Ancora una volta, dunque, si è rivelata decisiva la presenza capillare dei carabinieri in quasi tutti i comuni della provincia. Spesso sono proprio i militari, in virtù della conoscenza diretta delle persone, a scoprire con maggiore facilità chi ha voluto provare a fare il furbo.