Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Prima convention programmatica del Movimento 5 stelle di Viterbo

 Massimo Erbetti

  • a
  • a
  • a

]Nella serata di giovedì scorso si è tenuta la prima convention programmatica del Movimento 5 stelle di Viterbo. 
“Obiettivo della riunione - spiegano dal M5S - comporre un quadro di azione politico-amministrativa in vista delle prossime elezioni comunali di Viterbo, comprendente gli asset strategici per la ripresa del capoluogo e gli orientamenti anche in vista di possibili alleanze”.

 


La seduta è stata introdotta e moderata dal consigliere uscente, Massimo Erbetti, “che ha sintetizzato la propria esperienza amministrativa, resa particolarmente difficoltosa da una maggioranza impermeabile e asserragliata su se stessa quanto divisa e rissosa al proprio interno. Il giudizio di Erbetti sull’amministrazione uscente di destra è estremamente netto e severo, sintetizzabile in una sola parola: fallimento. ‘Sono collassati su se stessi, consegnando il comune al commissario straordinario lasciandosi dietro una città sporca, piena di buche e in stato di coma civile. Probabilmente il peggior periodo di Viterbo in età contemporanea”. Erbetti ha delineato il quadro di una città e di un territorio ricchissimi di risorse e potenzialità non espresse: “Come viaggiare su una Ferrari col motore a pedali e il freno a mano tirato”.

 


L’incontro è entrato nel vivo secondo il format del “circle time” nel quale ciascuno dei presenti ha fornito un breve profilo personale, le proprie esperienze e competenze e le proprie proposte per risollevare la città: “Tutti elementi utili in vista dell’elaborazione del programma politico-amministrativo 5 Stelle secondo una visione sistemica e per uno sviluppo sostenibile, trainato dalle grandi vocazioni del territorio. Erbetti ha anche illustrato la piattaforma dedicata sul bouquet di Google sulla quale gli iscritti potranno consultare il programma e condividere materiali. Dal confronto è emerso un ricco mosaico di idee e proposte, dal livello macro a quello micro, che ora dovranno essere portate a sintesi in un documento programmatico”.

 


Infine “Erbetti non ha lesinato rilievi e critiche anche alla gestione interna, in particolare alla transizione dalla piattaforma Rousseau alla nuova piattaforma 5 stelle che, per motivi di protezione dei dati personali, non permette di raggiungere tutti gli iscritti di Viterbo. Tuttavia la sensazione generalizzata e condivisa è la grande voglia di contribuire da protagonisti alla rinascita di Viterbo”.