Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Elezioni Viterbo, nel centrodestra tutti contro tutti

Mattia Ugolini
  • a
  • a
  • a

Daniele Sabatini smentisce le voci secondo cui, la settimana scorsa, avrebbe partecipato a un incontro con lo stato maggiore di Forza Italia, chiamandosi fuori, come sua moglie, Antonella Sberna, dal caos candidature. In questi giorni, i loro nomi sono finiti nella lista delle ipotesi di area centrodestra, ma la loro uscita da FI, contrariamente a quanto preventivato da molti, ad oggi non è ancora avvenuta e non è da escludere che per ora non avvenga più. Secondo voci di corridoio, proprio questa mancato ingresso in FdI avrebbe fatto tramontare definitivamente una loro possibile candidatura.

Sul versante azzurro Giulio Marini su Sabatini si esprime così: “Non lo sento da un po’ e non ho mai parlato di lui perché non mi ha mai mostrato disponibilità”. Il commissario forzista parla anche di Romoli e Arena: “Alessandro (Romoli, ndr) mi concede di poterlo seguire da amico, abbiamo un rapporto di franchezza e posso dire che non mi risulta sia al lavoro per formare una lista a sostegno del Pd. E’ serenamente all’interno del partito e sta lavorando per la Provincia. Giovanni (Arena, ndr) - prosegue - c’è sicuramente rimasto male, ma in questa fase di ricostruzione è inutile fare valutazioni. Lo comprendo e sono vicino al suo stato d’animo ma, come mi ha insegnato Gigli, la politica non è solo amicizia. Dobbiamo pensare non al ‘noi’ ma all’entità cittadina. Se non impariamo dagli errori del passato, dettati dall’egoismo, oggi rischiamo”.

In quest’ottica, Marini lancia un messaggio agli alleati di centrodestra: “Se sarà possibile ricucire lo strappo e creare un progetto che possa dare garanzie ai cittadini per cinque anni, noi ci siamo e ci mettiamo la faccia. Non c’è mai stato nessun contatto con gli avversari politici che riguardasse il Comune, solo illazioni. Certo che, se prosegue questo stallo, l’unica soluzione è l’intervento nazionale o regionale”.