Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Occupazione Lazio, 4.300 assunzioni previste entro aprile

  • a
  • a
  • a

Sono stati, secondo le prime stime, oltre 1.300 i nuovi posti di lavoro creati nel mese di febbraio nelle imprese dell’Alto Lazio. Di questi, 760 nella Tuscia (di cui 25.7% nell’industria e 74.3% nei servizi) e 570 nel Reatino (51.7% nell’industria e 48.3% nei servizi). Se si guarda invece all’intero trimestre febbraio-aprile le previsioni parlano invece di 4.370 posti: 2.650 nel Viterbese e 1.720 in provincia di Rieti. I dati sono stati resi noti dal Bollettino del Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere e Anpal (Agenzia nazionale politiche attive per il lavoro).

Numeri importanti, che tuttavia evidenziano un generale rallentamento della domanda (secondo le previsioni di gennaio, nel Viterbese ci dovevano essere 1.240 assunzioni e in provincia di Rieti 720) a causa delle prospettive poco incoraggianti legate ai rialzi dei costi energetici e alle difficoltà di approvvigionamento delle materie prime. Criticità che si aggiungono alla persistente difficoltà, in alcuni ambiti, a reperire manodopera da parte delle imprese. Dati comunque in marcato aumento grazie alla riapertura di tutte le attività economiche rispetto al febbraio 2021, quando erano in vigore più ampie restrizioni per il contenimento della pandemia e la campagna vaccinale era ancora agli esordi. Gli inserimenti di personale riguardano impiegati, professionisti commerciali e addetti nei servizi, con una percentuale del 41.1% a Viterbo e del 28.7% nel Reatino.

Il rapporto tra i due territori si ribalta per quanto riguarda la ricerca di operai specializzati, conduttori di impianti e macchine, che rappresentano il 45.6% delle assunzioni in provincia di Rieti e il 31.8% nella Tuscia. Le imprese dell’Alto Lazio ricercano anche dirigenti, professioni specializzate e tecnici, in una percentuale che va dal 13.4% registrato nel Viterbese al 14.7% del Reatino. Infine, una quota di assunzioni riguarda anche professioni non qualificate: si tratta del 13.7% delle ricerche di personale previste dalle imprese viterbesi e dell’11% di quelle delle aziende reatine.