Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, atti osceni tra le auto in via Fontanella di Sant'Angelo

Massimiliano Vismara
  • a
  • a
  • a

Sono anni che si parla del crescente degrado in cui versa il centro storico di Viterbo. Intere strade, come via dell’Orologio Vecchio e via Saffi, a causa della progressiva chiusura delle attività commerciali si sono spente, e dove prima c’erano scintillanti vetrine illuminate, ora c’è solo una sfilza di serrande abbassate e cartelli vendesi. Una situazione che peggiora di giorno in giorno. Ormai le strade del centro, essendo semideserte, sono diventate il teatro di ogni genere di forma di inciviltà. A ennesima conferma di questa tesi una foto scattata da un residente che ritrae una donna intenta ad orinare tranquillamente per la strada. Nell’immagine si vede una persona impegnata ad asciugarsi dopo aver orinato proprio di fronte alla serranda del garage della provincia in via Fontanella di Sant’Angelo, a pochi passi da via Cavour.

“Verso mezzogiorno ero a spasso con il cane e quando ho girato l’angolo di via Saffi mi sono trovato davanti questo scenetta - spiega l’autore dello scatto -. Non volevo credere ai miei occhi, era quasi in mezzo alla strada e faceva le sue cose con estrema calma, fregandosene di quelli che passavano. Il centro ormai è diventato invivibile: topi a spasso in pieno giorno da tutte le parti, cestini dell’arredo urbano ormai usati solamente come cassonetti, per non parlare dell’armadio incartato che qualcuno ha abbandonato mesi fa in via del Collegio e che non si riesce a far portar via".

"Ormai uscire dopo il tramonto è pure pericoloso per via della gente che gira nei vicoli o a piazza del Sacrario, e a questo punto sarebbe il caso che qualcuno facesse qualcosa di concreto per risollevare il centro”. L’anno scorso una foto analoga di una persona che orinava per la strada fece scalpore, in quel caso l’incivile di turno aveva trasformato in vespasiano a cielo aperto via Emilio Bianchi.