Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, il presidente della Codacons Carlo Rienzi assediato da camionisti

B. D.
  • a
  • a
  • a

La residenza estiva del presidente nazionale del Codancos Carlo Rienzi (nella foto) presa d’assedio da alcuni camionisti. Il fatto è stato reso noto ieri dall’associazione dei consumatori ed è avvenuto a metà settimana. A scatenare l’ira degli autotrasportatori sarebbero state le prese di posizione del Codancos contro le proteste che sono state attuati dagli autisti dei colossi della strada per protestare contro gli aumenti del gasolio e dell’energia in generale. Fatto sta che un gruppo di camionisti si è presentato sotto la residenza estiva di Rienzi, a Tarquinia, chiedono un confronto con lui. Per il Codacons si tratta di “una grave violazione della privacy”.

 

 

Nei giorni scorsi l’associazione si era infatti scagliata contro le proteste e i blocchi stradali messi in atto dai Tir, scioperi che - si legge in una nota - “stanno provocando disagi alla collettività e che potrebbero avere ripercussioni sui prezzi dei prodotti trasportati”.

 

 

"Inspiegabilmente alcuni camionisti si sono recati presso l’abitazione di Rienzi sita in Tarquinia, chiedendo del presidente Codacons, nonostante l’indirizzo della sua residenza estivo sia privato e mai reso pubblico dallo stesso Rienzi”, proseguono dall’associazione ricordando un precedente: “Già in passato gli autotrasportatori attaccati dall’associazione tentarono di aggredire il presidente Codacons cercando il suo indirizzo privato a Roma”. Una vicenda - concludono dal Codacons - “che ora verrà portata all’attenzione delle autorità pubbliche di Viterbo, che dovranno indagare su quanto accaduto”.