Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, carnevale di Ronciglione a maggio. Il sindaco: "Grande spettacolo senza restrinzioni"

  • a
  • a
  • a

Ronciglione, una grande festa di Carnevale in primavera, alle porte dell’estate, una volta che sarà cessato lo stato di emergenza e la pandemia allenterà - si spera definitivamente o quasi - la sua morsa. E’ l’idea sulla quale sta lavorando l’amministrazione comunale di Ronciglione, dopo essersi vista costretta per il secondo anno consecutivo ad annullare la festa nel tradizionale mese di febbraio. “Vogliamo un Carnevale che torni di nuovo in tutta la sua bellezza e ricchezza di iniziative - fanno sapere dal Comune -, come la tradizione del nostro paese impone. Partiamo da questo semplice ma fermo presupposto per dichiarare che l’amministrazione non intende rinunciare all'organizzazione del Carnevale 2022, anzi. C’è la volontà di collaborare con la pro loco alla realizzazione di una manifestazione che non sia anche quest’anno ‘alternativa’ alla tradizione, ma che possa esprimersi in tutta la sua ricchezza, con sfilate, pubblico, condivisione e allegria”.

 

 

“Tutto questo allo stato attuale, nelle giornate canoniche del Carnevale, non sarebbe possibile a causa dell’andamento dei contagi, che impone l’adozione di numerose misure restrittive, un'organizzazione macchinosa ed economicamente dispendiosa, problematiche e rischi connessi. Come dichiarato dal ministro Speranza, lo stato di emergenza, con tutta probabilità, non verrà prorogato oltre il 31 marzo, e questo comporterà un ritorno alla normalità anche nell’organizzazione di manifestazioni ed eventi. Proprio per questo - sottolineano dal Comune -, come discusso anche con i membri della pro loco - alla quale è stato affidato il mandato della stesura di un progetto da condividere insieme - riteniamo che sia ragionevole rimandare la manifestazione al mese di maggio, in linea con molti altri carnevali d’Italia. Ciò permetterebbe una maggiore libertà di organizzazione, seppur con l'adozione delle misure necessarie, e soprattutto la possibilità di regalare di nuovo al nostro paese la festa che merita, dopo due anni di astinenza dal Carnevale”.

 

Come già dichiarato dal sindaco Mario Mengoni e dalla Pro Loco, per le giornate simbolo del giovedì e del martedì grasso l’amministrazione è in attesa di una proposta per l’organizzazione di una manifestazione dedicata ai bambini, così da permettere loro di vivere comunque l'allegria, i colori e la spensieratezza che il Carnevale porta con sé. “Siamo dunque pronti a mettere in moto la macchina organizzativa, in attesa di un progetto condiviso con la pro loco che metta come sempre al centro i veri protagonisti dell’evento, i cittadini. Siamo consapevoli che ciò non avverrebbe nelle date canoniche - concludono dall’amministrazione -, ma confidiamo che la voglia di ripartire e rivivere le emozioni di questa tradizione a noi cara si traducano in una risposta entusiasta da parte della comunità, così da tornare di nuovo tutti insieme a calcare le scene di questo splendido spettacolo che è il Carnevale di Ronciglione”.