Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, violenza sessuale e stalking. Assolto l'uomo denunciato dall'ex fidanzata

  • a
  • a
  • a

E’ stato assolto dalle accuse di violenza sessuale, stalking e maltrattamenti in famiglia l’uomo di origine siciliana che era stato trascinato in Tribunale nel 2015 dall’ex fidanzata. Ieri in conclusione della requisitoria, il pm ha avanzato un’istanza di condanna a 4 anni di carcere nei confronti dell’uomo. I difensori, gli avvocati Arianna Morelli e Marco Valerio Mazzatosta, nel corso dell’arringa, hanno posto l’attenzione sulla dinamica della relazione di coppia, andata avanti tra i due per alcuni anni, tra alti e bassi.

 

Una storia d’amore burrascosa che portò la donna a denunciare l’uomo e a costituirsi parte civile contro di lui nel dibattimento. A tale proposito, la difesa ha ritenuto che alla narrazione trasparsa dalle conversazioni, agli atti del procedimento, mancasse quella relativa alla presunta vittima, la quale nei dialoghi si esprimeva con il medesimo tenore contestato al fidanzato. Nel prosieguo i legali dell’uomo, scandagliando le circostanze per ciascuna accusa e sottolineando i motivi che portassero a escludere la sussistenza dei reati in contestazione, hanno inoltre sostenuto che dalla documentazione e dalla fase istruttoria non fosse emerso il profilo di una donna vessata e spaventata dal proprio assistito e che si trattasse di un rapporto difficile e travagliato tra due persone che in realtà tra l’altro non convivevano stabilmente sotto lo stesso tetto.

 

Dopo oltre due ore di camera di consiglio, il verdetto emesso dal collegio del Tribunale di Viterbo, presieduto dal giudice Elisabetta Massini, ha assolto l’uomo, condannandolo solo a un mese e 20 giorni di reclusione per una minaccia risalente al gennaio del 2021, stabilendo inoltre la revoca della misura cautelare, da circa un anno ristretto agli arresti domiciliari. La sentenza obbliga poi l’uomo a corrispondere alla parte civile 1000 euro a titolo di risarcimento.