Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, aiuti per imprese e famiglie. In arrivo quasi sei milioni

Massimiliano Conti
  • a
  • a
  • a

La delibera, approvata il 10 febbraio scorso sarà pubblicata oggi. Contiene 40 pagine fitte di interventi che spaziano dall’isola ecologica alle mense scolastiche, per una somma totale di 6 milioni. Si tratta dell’avanzo vincolato di bilancio, ovvero di quella montagna di soldi che non erano stati spesi lo scorso anno dall’amministrazione Arena, per i più svariati motivi, tra cui l’incapacità di farlo, come più volte rimproverato alla giunta sia dall’opposizione che da esponenti della stessa maggioranza.

 

Ci ha pensato, a spendere questi soldi, il commissario prefettizio Antonella Scolamiero, dando in questo modo un ulteriore segnale - come sottolinea la stessa funzionaria - che il Comune vive e lotta insieme a noi, nonostante a guidarlo non ci sia più un organo politico, ammesso e non concesso che questo sia un limite e non un vantaggio, almeno in termini di celerità. Se è vero, infatti, che i famigerati “tempi tecnici”, quelli degli uffici, rallentano e hanno rallentato spesso negli ultimi anni la realizzazione dei progetti politici, è anche vero che i ritardi erano spesso dovuti alle divisioni e alle tensioni politiche. C’è da credere che, con un’amministrazione ancora in carica, l’avanzo vincolato si sarebbe trasformato nella solita guerriglia tra partiti.

 

“Ci è sembrato una cosa buona non aspettare il prossimo bilancio di previsione per spendere l’avanzo vincolato - spiega il commissario - in modo da dare immediata attuazione a tutta una miriade di interventi nei più diversi settori, tra cui quelli maggiormente colpiti dalla pandemia”. Raramente si superano i 3-4 mila euro per ciascun intervento. Nello specifico, la delibera destina oltre 6 milioni alle politiche sociali, alla fornitura dei libri di testo alle famiglie, alle maggiori spese Covid per le mense scolastiche, agli investimenti nel campo della riqualificazione delle periferie, all’installazione di giochi inclusivi nei parchi e nei giardini, all’incentivazione della raccolta differenziata e alla realizzazione dell'isola ecologica. “Tutti stanziamenti che, nelle more dell’approvazione del nuovo bilancio di esercizio - specifica una nota - consentiranno agli uffici competenti di realizzare interventi a favore delle famiglie e delle imprese”.