Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, sicurezza. Notte di schiamazzi e paura nel centro storico di Civita Castellana

Alfredo Parroccini
  • a
  • a
  • a

Notte brava a Civita Castellana. Ieri 11 febbraio, intorno alle due, i residenti dei vicoli e delle viuzze che si trovano nelle vicinanze del Duomo dei Cosmati, sono stati svegliati da rumori e da schiamazzi. Un uomo, in evidente stato confusionale, si era incastrato con la propria automobile in uno stretto viottolo. Dall’auto proveniva anche musica ad alto volume. L’uomo, dopo vari tentativi e cercando anche di versare benzina nel serbatoio pensando che fosse terminata (molta è caduta a terra rappresentando un serio pericolo), è riuscito a liberare la macchina spingendola con la forza. Di fronte a questa incredibile scena alcuni cittadini hanno allertato le forze dell’ordine.

 

 

 

“Purtroppo - commentano - quando è arrivata la volante dei carabinieri l’uomo e la sua macchina erano spariti. I carabinieri, però, hanno trovato un altro uomo in stato confusionale sdraiato a terra lungo Corso Bruno Buozzi. Hanno pensato che fosse la persona per cui avevano chiamato. Ma non era così. Insomma, in una sola notte, ben due casi umani disperati e preoccupanti”. Sembra comunque che i carabinieri siano poi riusciti a rintracciare il soggetto che si era incastrato con la sua vettura nel vicolo del centro storico e che tanta preoccupazione aveva suscitato. 

 


 

“Scene simili - commentano i residenti di via Governo Vecchio e di via di Massa - non si erano mai viste prima. C’è molto degrado in giro. Non nascondiamo che abbiamo paura. Chiediamo maggiori controlli da parte delle forze dell’ordine e anche maggiore rigore nei confronti di chi commette azioni incivili e illegali che possono provocare danni e guai. L’appello lo rivolgiamo anche al sindaco Luca Giampieri. Vogliamo che la nostra Civita Castellana sia più tranquilla e più vivibile. E’ necessario intervenire al più presto per restituire alle famiglie del centro storico cittadino quella serenità che regnava nel passato. Non vogliamo più assistere a scene pietose e assurde che abbiamo vissuto ieri sera perché rappresentano una sconfitta per tutti”.