Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo: pnrr, termalismo e rifiuti. Dieci dossier bollenti per il commissario Antonella Scolamiero

Mattia Ugolini 
  • a
  • a
  • a

Prosegue senza sosta l’attività del commissario Antonella Scolamiero. L’ex Prefetto fa sapere di “essere costantemente impegnata su più fronti, che variano dalla gestione dei bandi per i fondi del Pnrr al Termalismo e al Verde pubblico”. Il tema caldo, sicuramente, è quello dei rifiuti: “È in arrivo la gara - fa sapere - e dovremo farci trovare pronti per aggiustare la situazione nel miglior modo possibile”. In tutto, ci sarebbero ben dieci tavoli di discussione aperti in questo momento con gli uffici. Tra l’altro, tutti i dirigenti sono stati riconfermati pochi giorni fa, nessun cambiamento nell’assetto operativo è dunque previsto da qui alla fine del mandato: “I dirigenti - afferma - sono tutti partecipi e preparati, ora non si scrivono più ma si parlano di persona, interagiscono tra loro. I problemi, posso dirlo, si risolvono velocemente rispetto a prima. Abbiamo anche deciso, tramite le nuove assunzioni, di integrare figure che servono a più uffici”.

 

Quella che doveva essere ordinaria si è ben presto trasformata in straordinaria amministrazione, complici soprattutto le incombenze legate alle procedure del Pnrr e la situazione quantomeno confusionaria in cui versa il bilancio del Comune, lasciato in eredità dalla giunta Arena. Nonostante ciò, la Scolamiero e la sua squadra - attualmente composta da Francesco Tarricone e Stefania Galella ma prossima ad un ulteriore allargamento - stanno procedendo per gradi. I progetti realizzabili mediante i fondi europei sono tutti al vaglio: “Ad esempio è in arrivo un bando per la costruzione di una pista ciclabile e pedonale (come quella del progetto riguardante l’area fuori le mura)”, mentre il bilancio “sarà approvato senza indugi entro i termini fissati dalla legge”. Anche perché, altrimenti, Palazzo dei Priori sarebbe costretto a dover operare in dodicesimi, con tutte le conseguenze del caso. Ci sono poi le questioni all’apparenza meno urgenti che però interessano l’opinione pubblica, come ad esempio il canile di Bagnaia, la cui situazione di presunto degrado ha interessato più volte durante la consiliatura l’ex consigliere leghista Vittorio Galati.

 

Da quanto fanno sapere i tecnici, la Scolamiero lunedì incontrerà il dirigente del settore per monitorare la situazione di tutti i canili, pubblici e privati. “La nostra intenzione - ribadisce il commissario - è quella di intervenire soltanto ove necessario, nelle situazioni urgenti, così da poter lasciare che sia la nuova amministrazione a prendere tutte quelle decisioni a lungo termine. Noi siamo una parentesi e vogliamo solo orientare, dare un indirizzo all’azione amministrativa. Lavoriamo per il futuro”. Infine, un messaggio criptico ai cittadini: “Per il momento non posso annunciare nulla di certo, posso soltanto dire che è in arrivo una notizia che metterà un po’ di cose a posto. Aiuterà a far lavorare in serenità il prossimo sindaco”.