Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, carnevale di Civita Castellana. Ancora niente sfilate solo torneo online dei 28 Pucci

Alfredo Parroccini
  • a
  • a
  • a

Per il secondo anno consecutivo il Carnevale civitonico, a causa dell’infuriare della pandemia, non potrà avere luogo. Per tutti i civitonici la delusione è molto grande e diffusa perché “sfilare in maschera” fa parte del loro dna da sempre. 
Per limitare il vuoto di questo sentito e goliardico divertimento popolare, il Comune di Civita Castellana, come preannunciato dal sindaco Luca Giampieri durante il tradizionale posizionamento del Puccio in piazza Giacomo Matteotti il 17 gennaio (quest’anno è un Pierrot), cercherà di organizzare qualche evento che comunque abbia lo stesso spirito festoso e gioioso. In questa ottica di vivere e ricordare comunque il Carnevale, grande successo sta riscuotendo la gara dei Pucci online , organizzata dal profilo Facebook il “Carnevale Civitonico”.

 


 

“Questa originale idea - spiegano gli ideatori del profilo Facebook - ‘Carnevale Civitonico’ -, è nata all’inizio della pandemia Covid, quando tutto si è bloccato. Con il passare del tempo abbiamo fatto ricerche sui vari pucci che si sono succeduti nel corso della storia del carnevale cittadino e che sono stati posizionati, per tradizione, in piazza Giacomo Matteotti. Sapendo che non si sarebbero svolte le sfilate dei carri allegorici e che la gente sentiva molto questa mancanza - aggiungono -, abbiamo elaborato questo speciale concorso, con un calendario delle sfide, che abbiamo chiamato il ‘Torneo dei 28 Pucci’, dal numero dei fantocci di cartapesta che sono in gara. Il torneo prevede che ogni giorno, alle ore 15, esca una fascia di sedicesimi di finale che gli utenti possono votare. Al termine dei sedicesimi di finale, i pucci vincitori andranno ad affrontarsi negli ottavi poi nei quarti, in semifinale fino alla finale conclusiva nella quale verrà decretato il vincitore. La finale si svolgerà tra il 17 e il 18 febbraio”. 

 

 

“La votazione - spiegano -, avviene sia sui post di Facebook che sulle storie Instagram. I voti delle due piattaforme social si sommeranno”. 
“Il cuore di questa iniziativa, che è molto seguita dai civitonici e da tutti coloro che amano mascherarsi - concludono gli ideatori della curiosa quanto partecipata idea -, è rappresentata dalla profonda passione nei confronti del nostro Carnevale che è unico nel suo genere. Il torneo è un modo per dimenticare l’assenza delle sfilate , una sorta di gioco per potersi divertire in maniera virtuale, ma ugualmente appassionata”.  Insomma a Civita Castellana, in un modo o nell’altro, anche quest’anno non si rinuncia e non si dimentica di certo il Carnevale.