Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, cane ucciso a fucilate e ritrovato in un fosso. I proprietari vogliono sapere cosa è successo

Esplora:

B. M.
  • a
  • a
  • a

Atena, una femmina di pastore del Caucaso, è stata uccisa a fucilate. Il sangue sul corpo dell’animale non lascia dubbi. I proprietari, una famiglia di Valentano, per ore l’hanno cercata mercoledì scorso, percorrendo tutto il territorio intorno a casa, soprattutto tra i boschi della zona. Le ricerche erano proseguite anche nei giorni successivi, fino al ritrovamento del corpo domenica mattina. Era finito in un fosso. “Chiediamo giustizia - affermano i proprietari - chiediamo che sia fatta luce su quanto accaduto”.

 

I proprietari di Atena si sono rivolti ai carabinieri di Valentano che stanno indagando sull’accaduto. Indagini a 360 gradi, anche se difficili. La zona, infatti, è priva di telecamere di sorveglianza. L’animale potrebbe essere stato raggiunto da un colpo di fucile esploso per errore da un cacciatore. La zona è infatti frequentata da cacciatori, per cui non è escluso che il cane si sia trovato in mezzo a una battuta di caccia. Chi ha sparato potrebbe però non essersi neppure accorto di un aver ucciso un cane e non un cinghiale. Il cane, un cucciolo di 13 mesi, si era allontanato da casa la mattina di mercoledì scorso insieme al suo compagno di giochi, un maremmano. Un guasto alla chiusura del cancello aveva consentito agli animali di uscire. Alle 15 era rientrato a casa il maremmano, con la coda sporca di sangue.

 

I proprietari si erano allarmati fin dal mattino per ritrovarli, anche attraverso numerosi post sui social, e hanno continuato a cercare il secondo cane ma senza alcun risultato. La sera stessa, intorno alle 19, una vicina di casa aveva notato i due cani nei pressi del cancello della propria abitazione e aveva immediatamente telefonato ai proprietari, sapendo, peraltro, che li stavano cercando ormai da ore. Ma quando la padrona è arrivata sul posto, i due animali non c’erano già più. Solo domenica il cane è stato individuato, morto, in un fosso lungo una strada nel piano di Valentano. Sul corpo aveva i segni devastanti dei proiettili che ne avevano provocato la morte. I proprietari del cane vogliono sapere chi è stato ad uccidere l’animale.