Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, degrado a San Pellegrino. Residenti chiedono incontro al commissario

Alessio De Parri
  • a
  • a
  • a

Abbandono selvaggio di rifiuti, scarsa sicurezza nei vicoli, carenza di parcheggi: sono questi i problemi che tornano a denunciare i residenti di San Pellegrino. Dopo la caduta della giunta Arena, il comitato di quartiere va di nuovo alla carica chiedendo un incontro urgente al commissario prefettizio al Comune, Antonella Scolamiero, e al comandante della Polizia locale, Mauro Vinciotti. I residenti chiedono ancora una volta l’installazione di un sistema di telecamere nel quartiere medievale per contrastare l’abbandono dei rifiuti e gli episodi di microcriminalità che vanno denunciando da mesi, soprattutto nei vicoli, incustoditi e al buio.

 

“Abbiamo inviato una lettera con una richiesta ufficiale di incontro al commissario Scolamiero e al comandante dei vigili Vinciotti - spiega la presidente del comitato, Maria Elena Pierini -, visto che dopo la fine dell’amministrazione Arena abbiamo perso il nostro punto di riferimento che era rappresentato dall’ex assessore Alessia Mancini. Vorremmo chiarimenti sul recente progetto di installazione delle telecamere in città, visto che oltre al Poggino, tra le zone calde del centro dove saranno posizionate sono state menzionate piazza San Faustino, via dell’Orologio Vecchio, via San Lorenzo Nuovo ma non il quartiere di San Pellegrino”. Telecamere e multe che il comitato chiede per punire quei residenti che abbandonano i rifiuti per le strade del quartiere, spesso senza masselli della differenziata, anche nelle ore successive al passaggio degli addetti alla raccolta. “Noi da parte nostra ci stiamo adoperando per sensibilizzare i cittadini - prosegue Maria Elena Pierini - con alcuni cartelli in cui riepiloghiamo giorni e orari della raccolta, ma questo non può bastare. La situazione è diventata insostenibile non solo lungo via San Pellegrino ma anche nei vicoli, come in via del Lauro e via delle Caiole, spesso sommerse dall’immondizia”.

 

Un altro tema caldo è quello della scarsa sicurezza. “Sopratutto nel fine settimana - prosegue il presidente del comitato - ci sono schiamazzi continui fino a tarda notte sia lungo la via principale che in quelle laterali, per non parlare di episodi di microcriminalità, come lo spaccio”. Nelle scorse settimane è stato necessario l’intervento della polizia per riportare la calma in piazza San Pellegrino, dove alcuni ragazzi durante una festa hanno intonato cori fino all’alba. “Sono problematiche tuttora irrisolte, come quella della carenza cronica di parcheggi destinati ai residenti - conclude Maria Elena Pierini - che stavamo cercando di affrontare negli ultimi tempi con l’aiuto dell’ex assessore Alessia Mancini. Da quando è caduta la giunta, purtroppo, ci siamo ritrovati al punto di partenza. Ora speriamo che il commissario Scolamiero ci incontri quanto prima. Senza telecamere, controlli e multe la situazione non si potrà risolvere”.