Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, qualità dell'abitare. Partono procedure di gara per affidare i progetti

  • a
  • a
  • a

Il Comune si accinge ad affidare i primi incarichi professionali per la stesura dei progetti definitivi ed esecutivi relativi al piano nazionale per la qualità dell’abitare. A rassicurare chi, con la caduta dell’amministrazione Arena, temeva per il destino di questi interventi finanziati dal ministero delle Infrastrutture con 30 milioni, sono arrivate il 13 gennaio scorso due distinte determine firmate dal dirigente dell’ufficio speciale per la riqualificazione delle periferie. Con esse vengono avviate le procedure di gara per affidare le progettazioni. In particolare, i progetti in questione prevedono, la manutenzione straordinaria, il retrofitting (ovvero la rigenerazione) e la riqualificazione delle aree esistenti destinate a parcheggio in piazza Castel dell’Ovo al Carmine e in via Rossi Danielli al Pilastro, nonché la realizzazione di una pista ciclabile intorno alle mura e la costruzione di un parcheggio interrato al Sacrario. Più in generale gli interventi finanziati con il bando sulla qualità dell’abitare riguardano due zone della città: il Carmine-Pilastro e Santa Barbara. I primi due sono i quartieri storici e popolari della Viterbo fuori le mura. Santa Barbara è invece il quartiere nuovo della città dei papi, il più popoloso (quasi 10 mila abitanti) e anche quello cresciuto in maniera più disordinata nella quasi totale assenza di servizi. Per questo l’ormai ex amministrazione Arena aveva deciso di concentrare in queste due aree la totalità delle risorse.

Entrando nel dettaglio, questi sono i progetti relativi ai quartieri Carmine e Pilastro: manutenzione straordinaria, retrofitting e riqualificazione degli immobili di proprietà comunale destinati all’emergenza abitativa (si tratta nello specifico di due fabbricati costituiti da sei alloggi ciascuno); manutenzione straordinaria, retrofitting e riqualificazione degli immobili di proprietà dell’Ater in via Castel di Fano; manutenzione straordinaria, retrofitting e riqualificazione della scuola materna San Pietro in via Vico Squarano (attualmente costituita da sei sezioni); manutenzione straordinaria, retrofitting e riqualificazione dell’Itis Leonardo da Vinci in via Alessandro Volta; manutenzione straordinaria, riqualificazione e allestimento degli spazi verdi che costeggiano il tratto di cinta muraria compreso tra il quartiere Carmine e Porta Faul, dell’area verde di Colle del Duomo e del parco cittadino nel quartiere Pilastro; manutenzione straordinaria, completamento e riqualificazione di un ex centro ricreativo a scopo sociale e commerciale a Valle Faul (si tratta di un progetto già iniziato nell’ambito del programma Plus): manutenzione straordinaria, retrofitting e riqualificazione dello stadio Rocchi di via della Palazzina (ingresso, muro di recinzione, uffici, spogliatoi e magazzini); realizzazione di un nuovo parcheggio interrato in piazza Martiri d’Ungheria; manutenzione straordinaria, retrofitting e riqualificazione delle aree destinate a parcheggio in piazza Castel dell’Ovo e in via Rossi Danielli.

Questi gli interventi riguardanti invece Santa Barbara: manutenzione straordinaria, retrofitting e riqualificazione degli immobili Ater di piazza Porsenna per un totale di 23 alloggi; manutenzione straordinaria, retrofitting e riqualificazione di 44 immobili di proprietà comunale in via Tagete; riqualificazione e allestimento degli spazi destinati a parcheggio pubblico del quartiere; realizzazione di una pista ciclabile di collegamento con il quartiere Santa Lucia e con il centro storico; manutenzione straordinaria, retrofitting e riqualificazione dell’asilo nido di via dei Tarquini; manutenzione straordinaria, retrofitting e riqualificazione degli impianti sportivi di strada Santa Barbara; realizzazione, completamento e allestimento di spazi verdi attrezzati.