Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, sanità. "Vogliamo il pronto soccorso all'ospedale Sant'Anna". Nasce comitato a Ronciglione

  • a
  • a
  • a

L’obiettivo primario è un pronto soccorso presidiato 24 ore su 24 da medici. La battaglia per rilanciare l’ospedale decolla. Si è costituito ufficialmente il comitato Amici del Sant’Anna per sostenere appunto le rivendicazioni che mirano a rilanciare il ruolo dell’ex ospedale come struttura sanitaria di riferimento del territorio intorno a Ronciglione. I promotori sono Fabio Troncarelli, Alessio Vettori, Antonio Tosi, Marco del Nero, Antonio Moretti, Mauro Mengarelli, Gianfranco Pani, Carlo Todini e Francesco Virgili.

 


 

“Visto il grande interesse dei cittadini verso le tematiche socio-sanitarie che stiamo portando avanti da molto tempo, abbiamo ritenuto opportuno dotarci di uno statuto e di un regolamento anche per essere ascoltati ufficialmente presso la Regione Lazio, la Asl e i comuni che rappresentano la Bassa Tuscia”, scrivono in una lettera aperta nella quale si aggiunge: “in questo modo vogliamo dare un ‘maggior valore’ e porre una ‘maggiore attenzione’ verso quelle problematiche e quei temi che riteniamo importanti, come il servizio di primo soccorso h24 presso l’ospedale ronciglionese”.

 

 

“Il riconoscimento del nostro comitato - continuano - ci permetterà di organizzare alcune raccolte fondi atte ad acquistare macchinari e strumentazioni utili da donare all’ospedale. L’emergenza Covid ha ben dimostrato a tutti i cittadini quanto sia importante avere un Ospedale funzionante a ‘pochi passi da casa’. Noi ribadiamo che ci sono tutti i presupposti affinché la Regione Lazio riconosca il Sant’Anna come presidio ospedaliero di area disagiata e questo consentirebbe di avere un ospedale con un Pronto Soccorso presidiato h24, posti letto, possibilità di piccoli interventi chirurgici in Day o Week Surgery, indagini radiologiche e tanto altro ancora".