Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, operaio sospeso su un traliccio a 20 metri di altezza. Tragedia sfiorata a Vasanello: salvato dai vigili del fuoco

  • a
  • a
  • a

Tragedia sfiorata ieri mattina, 12 gennaio,  nelle campagne intorno al centro abitato di Vasanello. Un operaio è rimasto sospeso a 20 metri di altezza su un traliccio per le antenne radiomobili. E’ rimasto così per oltre un’ora rischiando di precipitare nel vuoto da un momento all’altro. A salvarlo sono stati i vigili del fuoco che sono riusciti a portarlo a terra in sicurezza al termine di un delicato intervento di soccorso.

 

 

L’allarme è scattato intorno alle 11. L’uomo, un quarantenne, da quello che si è appreso lavora con una delle imprese addette alla manutenzione di quel traliccio che sta poco lontano dal centro abitato. Per cause che sono ancora da accertare, proprio quando era quasi in cima, a circa 20 metri di altezza si sono sganciate le cinture di sicurezza e dunque ogni minimo movimento per l’uomo poteva significare perdere l’equilibrio e cadere nel vuoto. Sembra che con lui non ci fossero altre persone.

 

 

Qualcuno forse si è reso conto della situazione, da quello che sembra, in ogni caso l’operaio è riuscito a lanciare l’allarme attivando la macchina dei soccorsi. Sul posto poco dopo sono arrivati i vigili del fuoco che si sono resi conto immediatamente che la situazione era piuttosto complicata.
E’ stato dunque fatto salire un uomo sul cestello che tramite il braccio ha raggiunto il punto dove l’operaio era rimasto aggrappato e poi il lavoratore è stato fatto salire sulla piattaforma e riportato a terra. Per lui solo un grande spavento, non c’è stato bisogno dell’intervento dei sanitari del 118. L’uomo era comunque in buon salute nonostante la paura.