Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, sicurezza. Al Poggino un sistema di videosorveglianza di ultima generazione

Roberto Pomi
  • a
  • a
  • a

Nuove misure per aumentare il controllo e la sicurezza dell'aria artigiana e commerciale del Poggino. Palazzo dei Priori ha ottenuto dalla Regione Lazio un finanziamento per l'installazione di telecamere, dotate anche di sistema per la lettura delle targhe. Un'azione in risposta a una serie di furti che hanno interessato le attività della zona negli ultimi anni. 

 


 

“Negli ultimi tempi – spiega il comandante dei vigili urbani Mauro Vinciotti, che ha curato in collaborazione con l'ex assessore Ubertini il progetto – sono stati denunciati diversi furti d'auto dalle concessionarie attive nell'area e di merci. Abbiamo quindi ritenuto necessario organizzare una misura strutturata ed efficace di risposta”. L'azione prevede di videosorvegliare tutti i punti di entrata e uscita della zona Poggino. Il finanziamento ammonta a 40 mila euro e permette l'acquisto di una ventina di telecamere ad alta definizione. Parte di queste saranno installate anche a presidio di alcune zone calde del centro: area di San Lorenzo, piazza San Faustino e via dell'Orologio Vecchio. “Si tratta, anche in questo caso – continua Vinciotti – di punti del centro storico dove si sono verificati episodi violenti o comunque da scongiurare. L'installazione di telecamere permette di avere sotto controllo il tutto e di poter ricostruire con esattezza ogni eventuale avvenimento”.

 

 

“Contiamo di arrivare a chiudere il progetto e quindi aver installato e attivato tutte le telecamere entro il primo trimestre di quest'anno. I soldi sono già arrivati e il materiale è stato acquistato. Al Poggino stiamo aspettando di risolvere dei problemi legati al collegamento alla rete elettrica”. Conclude il comandante Vinciotti.  Così la zona del Poggino avrà il suo grande fratello, operativo 24 ore su 24 nell'intento di scoraggiare furti e atti di violenza contro il patrimonio e le persone.