Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, caro energia per le ceramiche di Civita Castellana. Il governo studia degli aiuti. Ordine del giorno di Rotelli

B. M.
  • a
  • a
  • a

“Esprimo soddisfazione per l’approvazione del mio ordine del giorno alla Legge di Bilancio che impegna il Governo a valutare l’opportunità di istituire un fondo per l’anno 2022, affinché siano destinate risorse alle imprese operanti nel distretto della ceramica di Civita Castellana, così da contenere gli effetti negativi derivanti dagli aumenti dei prezzi nel settore elettrico e del gas naturale”. Lo dichiara Mauro Rotelli, deputato di Fratelli d’Italia, che spiega: “Queste imprese rappresentano una eccellenza del Made in Italy e questi rincari potrebbero avere inevitabili riflessi negativi anche sul piano occupazionale. Ben venga quindi, l’istituzione del fondo. Fratelli d’Italia vigilerà affinché il governo dia seguito all’impegno preso”. L’ordine del giorno è stato presentato da Rotelli dopo che il Governo ha posto la fiducia facendo così decadere tutti gli emendamenti. “A quel punto - spiega il parlamentare viterbese - ho deciso di presentare un ordine del giorno contro il caro energia, per tutelare le aziende del settore ceramico, in particolare quelle di Civita Castellana”.

 

 

L’Aula ha espresso parere favorevole. “Il provvedimento - chiarisce Rotelli - comprende alcune disposizioni volte a contenere gli aumenti dei prezzi nel settore dell’energia elettrica e del gas naturale, riconoscendo dunque la stretta attualità del tema e delle conseguenze che lo stesso ha determinato finora e che continuerà a determinare; il perdurare dell’attuale dinamica degli aumenti dei costi dell’energia potrebbe rappresentare nel breve periodo, ma anche in una logica strutturale, un vero e proprio freno per la produzione delle piccole e medie imprese di tutti i settori produttivi. Tra le imprese coinvolte dalle conseguenze negative di tale dinamica figurano anche quelle del distretto ceramico di Civita Castellana. Tutto questo rischia di incrinare irrimediabilmente il posizionamento competitivo delle imprese del distretto ceramico di Civita Castellana sui mercati internazionali, conquistato attraverso anni di investimenti in innovazione, qualità e design”. In precedenza il sindaco Luca Giampieri aveva inviato una lettera al Presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi, al ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti e al ministro del lavoro Andrea Orlando, per porre in risalto il peso economico e occupazionale della realtà produttiva viterbese, che vanta 280 milioni di fatturato complessivo e circa duemila lavoratori impiegati, che salgono a tremila considerando gli addetti delle aziende dell’indotto.

 

 

“Le caratteristiche della produzione - spiega il parlamentare - vedono nel gas naturale una risorsa energetica irrinunciabile, vista l’operatività a ciclo continuo dei forni alla temperatura di 1.200 gradi. Occorre pertanto intervenire con urgenza a tutti i livelli, in primis quello governativo, con azioni rapide e incisive, al fine di non vanificare i segnali di ripresa economica registrati sino ad ora. Il mio ordine del giorno impegna il Governo a valutare l’opportunità, attraverso prossime iniziative normative, di istituire un fondo, per l’anno 2022, affinché siano destinate risorse alle imprese operanti nel distretto della ceramica di Civita Castellana, al fine di contenere gli effetti negativi derivanti dagli aumenti dei prezzi nel settore elettrico e del gas naturale”.