Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo Covid, controlli serrati la notte di Capodanno per controllare il super green pass nei locali

  • a
  • a
  • a

Controlli nei ristoranti e nei locali che hanno organizzato veglioni per salutare l’anno. Come noto con l’ultimo decreto del governo sono state vietate le feste in piazza e sono state chiuse le discoteche. Tuttavia restano, anche se negli ultimi giorni ci sono state varie disdette, le feste nei locali che da giorni hanno organizzato cenoni dove, da regola, non si dovrebbe ballare.
Un nervo scoperto questo per i gestori di discoteche e balere che invece sono stati costretti a rinunciare ai veglio. Il segretario del Silb provinciale, Luca Talucci, nei giorni scorsi ha detto che il sindacato sta sensibilizzando le istituzioni affinché venga impedito questo fenomeno in bar e ristoranti. I gestori non hanno escluso anche delle ronde per segnalare eventuali irregolarità o assembramenti.

 

Per il resto c’è il dispositivo che nelle prossime ore verrà adottato dal questore per controllare il territorio la notte di Capodanno. La polizia, come i carabinieri e la finanza, ha previsto una serie di controlli nei locali dove ci saranno i veglioni in particolare per verificare che i presenti abbiamo il green pass rafforzato. Al tavolo ci si potrà però sedere solo se in possesso di Super Green pass (vaccinati e guariti dal virus) non invece chi ha ricevuto il pass in seguito all’esito negativo di un tampone.

 

I carabinieri del Nas, nelle ultime due settimane, hanno ispezionato oltre 900 obiettivi in tutto il Lazio, controllando circa 6000 persone e contestando 193 violazioni amministrative per un importo di 80.000 euro. Sia la finanza che la polizia ormai da giorni stanno controllando il mercato dei fuochi pirotecnici. Numerose le verifiche ma a ieri non ci sono stati sequestri. Per i controlli nelle strade e nei locali sarò in campo anche la polizia locale. La questura potenzierà anche i controlli nel centro storico del capoluogo.