Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, concorsi truccati a Latina. La Asl si costituisce parte civile

  • a
  • a
  • a

Concorsi truccati, anche la Asl di Viterbo si costituisce parte civile nel processo contro due dirigenti e un politico che si è aperto nelle scorse settimane a Latina.  Alla sbarra, imputati di falso ideologico e rivelazione di segreti di ufficio, due dirigenti della Asl di Latina, Claudio Rainone e Mario Graziano Esposito (attualmente sospesi) e l'ex segretario del Pd Claudio Moscardelli al quale viene contestata anche la corruzione.

 

All'udienza del 23 dicembre si sono costituite parte civile le Asl di Viterbo, Latina, Frosinone, il Comune di Latina, l'associazione antimafia "Antonio Caponnetto", la Regione Lazio, Confoconsumatori e due delle partecipanti al concorso. La prossima udienza è fissata per l'11 febbraio ed è in programma l'esame dell'assessore regionale alla sanità Alessio D'Amato.
Il processo riguarda le presunte irregolarità che si sarebbero verificate in due con concorsi. Il primo è quello per i 23 posti come collaboratore amministrativo professionale categoria D che è stato indetto dalle Asl Roma 3, Latina (capofila), Viterbo e Frosinone. Poi c'è quello per 70 posti di assistente amministrativo categoria C. Sulle presunte irregolarità hanno indagato Finanza e squadra mobile di Latina e a luglio due dei tre a processo - Moscardelli e Rainone - sono finiti agli arresti domiciliari.

 

Secondo l'accusa avrebbero rivelato ad alcuni candidati le domande dei test del concorso. In particolare sarebbero stati rivelati i quesiti a due stretti congiunti di altri esponenti del Partito Democratico. Moscardelli avrebbe ricevuto la soffiata da Rainone. Sullo sfondo, secondo gli inquirenti, ci sarebbero le nomine alla Asl con il politico che avrebbe promesso sostegno per la nomina del funzionario a direttore amministrativo.
Ma i fatti relativi al processo sono solo una parte dell'inchiesta che è più ampia. La posizione dei tre è stata stralciata ed è iniziato il giudizio. ma ci sono anche altri indagati tra i quali due sanitari viterbesi dipendenti della Asl. Sono l'ex sindaco di Sutri Anna Guadagnini e Luciano Corinti, indagati perché facevano parte delle commissioni.
Ci sono stati numerosi candidati viterbesi che nei mesi scorsi hanno avviato azioni legali, di tipo amministrativo, tramite l’avvocato Antonio Rizzello. Tuttavia nessuno di loro si è costituito parte civile. Va avanti il ricorso al Tar anche se ancora non è stata fissata l’udienza sul merito.