Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, Forza Italia abbandona Giampieri. Il sindaco di Civita Castellana: "La maggioranza c'è lo stesso, vado avanti"

Alfredo Parroccini
  • a
  • a
  • a

Sotto l’albero di Natale il sindaco Luca Giampieri ha ricevuto un brutto quanto inaspettato regalo. Forza Italia, infatti, ha deciso clamorosamente di uscire dalla maggioranza di centrodestra che così rimane formata soltanto da due partiti: FdI e Lega. Una maggioranza, quella falisca, che si ritrova risicata nei numeri e fortemente a rischio dato che d’ora in poi, in consiglio comunale, potrà contare su 9 voti contro gli 8 della minoranza.

 

 

Una situazione di emergenza che Rifondazione comunista critica impietosamente: “Ancora una volta il centrodestra civitonico si conferma schiavo di quello viterbese. Dopo la sfiducia al sindaco di Viterbo, Giovanni Arena, arrivano infatti le ritorsioni anche a Civita Castellana. Nel frattempo il nostro comune continua a perdere finanziamenti e ad essere lasciato nell’abbandono più totale, mentre con la crisi della maggioranza tornano a farsi sentire le promesse elettorali da parte degli stessi che da due anni stanno amministrando Civita in maniera indecorosa. Ormai l’unica cosa seria che può fare Luca Giampieri è dimettersi e far sì che i civitonici possano tornare ad avere una amministrazione vera, di qualità e non serva dei soliti capoccetti viterbesi”. Il sindaco Luca Giampieri commenta però la nuova situazione politica-istituzionale che si è venuta improvvisamente a creare con grande serenità: “Ho appreso dell’uscita di Forza Italia dalla maggioranza di centrodestra. Personalmente non ho ricevuto alcuna richiesta di dimissioni ufficiali sia da parte dell’assessore azzurro Silvia La Bella che del consigliere comunale Antonietta Sorrentino. Per il momento, quindi, rimango in attesa di comunicazioni ufficiali. Sono comunque tranquillo perché Forza Italia ha sottoscritto insieme a Fratelli d’Italia e alla Lega un comune programma elettorale per lo sviluppo del paese. Non penso affatto alle mie dimissioni perché, qualora Forza Italia dovesse confermare il suo addio all’attuale amministrazione, abbiamo ancora la maggioranza relativa in consiglio comunale. Andremo pertanto avanti per la nostra strada senza timore”.

 

 

Dopo poco più di un anno dalla vittoria contro il centrosinistra la giunta, guidata da Luca Giampieri, rischia di andare a casa anzitempo. Con un solo consigliere comunale in più rispetto alla minoranza, tutto si giocherà ogni volta sul filo di lana. “La crisi politica a Civita Castellana - spiega il capogruppo del Partito democratico, Simone Brunelli - non è una crisi. E’ la semplice presa d’atto di avere a che fare con una classe dirigente che non è all’altezza della situazione. E fortunatamente anche all’interno di quella che era la maggioranza se ne stanno rendendo conto”.