Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lazio, zona gialla dopo Capodanno. L'annuncio choc dell'assessore D'Amato. Paura per la variante Omicron. Ecco cosa cambia

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Era nell’aria ormai da settimane ma ieri è arrivata, di fatto, la certezza che il Lazio dopo Capodanno cambierà colore passando da zona bianca a zona gialla. L’assessore alla sanità della Regione Alessio D’Amato, in un’intervista al Corriere della Sera, lo ha detto chiaramente: “Dopo Capodanno il Lazio potrebbe andare in zona gialla. E se così non sarà perché non verrà sforato il terzo parametro, allora decideremo da noi di passare in questa fascia”.

 

Il parametro è quello dei ricoveri ordinari che sta al limite con la soglia critica del 15%, gli altri due (occupazione delle terapie intensive e il limite di 50 contagi ogni 100 mila abitanti) sono già oltre. Ecco cosa cambierà in zona gialla: ci sarà l’obbligo di indossare la mascherina all’aperto (ma da giovedì era già in vigore l’ordinanza della Regione e prima ancora quelle dei singoli comuni), ci saranno altre regole da seguire. Green Pass rafforzato - per vaccinati o guariti - per il consumo anche al banco in bar e ristoranti. Estensione dell’obbligo di Green Pass rafforzato al chiuso per piscine, palestre e sport di squadra,  musei e mostre, centri benessere, centri termali (salvo che per livelli essenziali di assistenza e attività riabilitative o terapeutiche), parchi tematici e di divertimento, per centri culturali, centri sociali e ricreativi. 

 

La Regione dunque ha deciso di accelerare ancora di più la campagna vaccinale a un anno esatto, era il 27 dicembre 2020, dalle prime somministrazioni, aprendo gli hub anche di notte. “Siamo ancora sul fronte - dice l’assessore - con un arma in più, i vaccini, che sono efficaci e riducono le complicanze. Rispetto ad un anno fa nonostante la variante Omicron, il quadro è completamente diverso in numero di decessi e pressione su ospedali  Oggi riguardano pressoché interamente coloro che non si sono vaccinati o non hanno completato percorso”.