Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, Forza Italia va all'opposizione a Civita Castellana

  • a
  • a
  • a

La caduta del Comune di Viterbo, con la fine dell'ammnistrazione Arena dopo tre anni e mezzo di governo, innesca la ritorsione immediata di Forza Italia, il partito dell'ormai ex sindaco del capoluogo, che esce dalla maggioranza al Comune di Civita Castellana. Il sindaco Luca Giampieri di Fratelli d'Italia, infatti, d’ora in avanti potrà contare solo su 9 voti contro gli 8 della minoranza. Non c’è dunque rischio di caduta, ma il mantenimento del numero legale in aula non sarà sempre semplice come lo è stato nei primi tempi della giunta fallisca, con conseguente rallentamento dell’attività amministrativa. Forza Italia Civita Castellana è rappresentata da due consiglieri, tra cui il presidente del Consiglio comunale, Claudio Parroccini.

“E’ necessaria - si legge in una nota di Forza Italia - una profonda riflessione politica all’interno del centrodestra che non può che coinvolgere tutto il territorio provinciale. Seguendo quindi, per coerenza, la stessa logica che è stata utilizzata per interrompere l’esperienza amministrativa della giunta comunale di Viterbo - Forza Italia esce dal gruppo che rappresenta la maggioranza. Ciò che non comprendiamo è come mai la sfiducia arrivi solamente all’indomani del voto provinciale e non al momento della consegna delle liste. La domanda che ci poniamo è la seguente: se le elezioni Romoli le avesse perse il risultato sarebbe stato diverso?".

"Non avremo mai la risposta a questo interrogativo, ma tutto fa presupporre che la sfiducia al sindaco di Viterbo Giovanni Arena sia più un gesto di stizza che il risultato di un processo logico-politico”. “Continueranno - conclude la nota diffusa dal gruppo di Forza Italia- a svolgere il loro ruolo di amministratori ascoltando il territorio con l’unico obiettivo che ci si prefigge quando si decide di candidarsi: fare il bene del proprio paese”.