Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, Federalberghi: "Disdetto l'80% delle prenotazioni"

Daniela Venanzi
  • a
  • a
  • a

Un panettone amaro quello degli albergatori della provincia, niente ricchi premi e cotillons, niente festeggiamenti in pompa magna. Una declinazione tutta in negativo quella che ha riguardato i gruppi, che avevano mandato prenotazioni già dal mese di settembre e che erano previsti con un arrivo di massa nella città di Viterbo. A farla da padrone ancora una volta l’incognita del Covid e il fatto che la programmazione per il periodo dell’anno legato alle festività natalizie, e in particolare quella del 31 dicembre, che prevede oltre alla permanenza alberghiera, anche quella dell’eventuale cenone, parte da lontano, in alcuni casi già nei mesi estivi. A parlare di numeri in caduta libera è lo stesso Luca Balletti presidente di Feralberghi: “Purtroppo il quadro è a tinte fosche - dichiara lo stesso presidente -, sono arrivate nei nostri alberghi una percentuale di disdette pari all'ottanta per cento, con grande rammarico per chi sperava, almeno in questo 2021, in una ripresa”.

Una cifra impressionante, oltre al covid cosa sta pesando? 
“E’ il clima di incertezza che rende tutto difficile; chi lavora in questo settore lo sa benissimo che la programmazione si fa già sei mesi prima. I tour operator che organizzano i gruppi, non avendo adesioni in numero sufficiente, man mano stanno dando disdette”. 
Ci sono provvedimenti specifici governativi che hanno depresso la domanda? 
“La norma del green pass rafforzato è stata una restrizione che ha disincentivato moltissimo, questo ci viene detto dai vari responsabili, cioè da chi organizza vacanze. Ormai per i gruppi la battaglia è persa, non si fa più in tempo, speriamo almeno negli individuali”.

Cioè si spera almeno nelle famiglie che si organizzano, nelle coppie, nei singoli insomma. 
“Eh già, almeno in questo ambito qualche prenotazione c’è. Certo è che il continuo ventilare di nuovi provvedimenti, come coprifuoco ecc, sta mettendo a repentaglio anche le richieste di questo tipo”.