Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, apre il museo di Palazzo dei Priori: ospita due opere di Sebastiano Del Piombo

Roberto Pomi
  • a
  • a
  • a

Sarà inaugurato oggi, mercoledì 22 dicembre, il museo di Palazzo dei Priori. Dove saranno esposte, come è noto, la Pietà e la Flagellazione, due opere capitali di Sebastiano Del Piombo già in mostra in Comune per un breve periodo nel Natale del 2013 su iniziativa dell’amministrazione Michelini. 
Fu quella del 2013 un’operazione importante per rimettere al centro dell’immaginario cittadino questo patrimonio artistico di respiro internazionale conservato fino ad allora, senza grandi fortune, al museo civico di piazza Crispi. Da lì, dopo anche l’esposizione della Pietà alla National Gallery di Londra nel 2017 per una mostra sul Cinquecento italiano, l’idea di realizzare il nuovo museo, che vede la luce dopo quasi cinque anni. Un’operazione importante, dunque, visto che si parla di capolavori unici per la storia dell’arte, già ammirati, al tempo di Goethe, dai viaggiatori del Grand Tour in ambienti collocati proprio sotto i portici di Palazzo dei Priori

 

Il nuovo museo è il frutto di una politica di valorizzazione fortemente voluta dalla precedente amministrazione, a cui si deve anche tra il 2014 e il 2015 anche l’organizzazione della mostra Tra sacro e profano in cui la Pietà e la Fralgellazione, pur lasciate al Museo civico, vennero inserire in un percorso storico-artistico di grande impatto molto apprezzato dal pubblico. La mostra infatti ottenne un grandissimo successo. 

 

 

Nel nuovo museo trova spazio anche la pergamena del primo Conclave della storia, quello tenuto proprio a Viterbo nel Duecento. Un pezzo di indiscutibile valore dunque che, se opportunamente comunicato e valorizzato, è destinato a fare la fortuna d’incassi della nuova struttura. La pergamena sarà esposta all’interno di una teca appositamente dedicata. Si tratta di un documento dal valore inestimabile perché segna la nascita del rito elettivo dei papi così come lo conosciamo ancora oggi.