Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, topo morto nel pacco recapitato al sindaco di Tarquinia. Giulivi: "Spero siano bravate"

  • a
  • a
  • a

Minacce al sindaco di Tarquinia, Alessandro Giulivi (nella foto). Nei giorni scorsi, come anticipato ieri dal Corriere di Viterbo, è stato recapitato in Comune un pacco indirizzato al primo cittadino (candidato alla presidenza della Provincia), con auguri di Natale scritti a pennarello, contenente un grosso topo morto. Nei giorni precedenti inoltre erano pervenute al palazzo municipale anche delle lettere anonime minatorie, sempre indirizzate al sindaco. 

 

Per questo Giulivi ha presentato denuncia alla polizia: "Sono preoccupatissimo, ma non per me. E’ allarmante - dice - questo tipo di azioni e noi sindaci siamo esposti a tutto e a tutti”. “Credo comunque - aggiunge - che sia stata una bravata. Non so da parte di chi e per questo ho presentato una denuncia e credo che stiano svolgendo le indagini".

 

 

“Proprio a Tarquinia nei giorni scorsi - scrive l’Agi - stato ucciso con un colpo di pistola alla testa Dario Angeletti, docente dell’Università della Tuscia. Per l’omicidio è stato arrestato un 68enne, Claudio Cesaris. Le minacce al sindaco, secondo quanto apprende l’Agi, non sarebbero però collegate all’episodio. Le indagini delle forze dell’ordine si stanno concentrando su altro”.