Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, elezioni provinciali. Nocchi (Pd): “Sull'intesa con FI i feedback ci confortano”

Mattia Ugolini
  • a
  • a
  • a

Presentata ieri Tuscia Democratica, la lista a trazione Pd in campo per le elezioni provinciali. E’ composta da 12 nomi ed è guidata da Pietro Nocchi, presidente uscente. Tra i candidati consiglieri figurano i due veterani Maurizio Palozzi ed Eugenio Stelliferi, mentre le new entry di spicco sono la giovane sindaca di Montefiascone, Giulia De Santis, ed il consigliere pentastellato Massimo Erbetti
Tuscia Democratica, come ormai noto da settimane, appoggerà il candidato di Forza Italia Alessandro Romoli: “Siamo stati protagonisti - ha detto Nocchi, alla presenza dello stato maggiore del Pd, ovvero il consigliere regionale Enrico Panunzi e la segretaria provinciale Manuela Benedetti - di tutte le attività svolte dall’amministrazione provinciale in questi anni. Abbiamo iniziato con un accordo tra tutti i partiti e lo abbiamo portato fino alla fine, perché tutte le forze si erano dette pronte a mettere da parte le casacche dei partiti. Qualcuno invece non lo ha rispettato…”.

 

“Abbiamo superato la crisi – ha proseguito l’attuale presidente della Provincia – mettendo in campo risorse ed evitando che importanti fondi andassero perduti. Adesso la nuova sfida è dare all’amministrazione una squadra che già conosce la situazione e che vuole dialogare con tutti”.  Il programma di Tuscia Democratica è consultabile sul sito Internet creato ad hoc per le elezioni. In breve, i dem vogliono plasmare una task force per la gestione del Pnrr, formulare il piano rifiuti della Provincia, investire nella manutenzione delle strade provinciali, creare un tavolo con le rappresentanze studentesche e, infine, stipulare una convenzione per ridare vita a Palazzo Calabresi, maestoso edificio del centro storico viterbese che da anni versa in stato di abbandono. Ma non è tutto. Nocchi ha annunciato anche che, per quanto concerne le infrastrutture, lui e la sua squadra si impegneranno a costruire una nuova scuola a Viterbo ed un nuovo accesso per Belcolle da San Martino. Le cifre per la scuola si aggirano attorno ai 12 milioni di euro e, per edificarla, Nocchi ha promesso l’impegno di 5 milioni e mezzo. Addirittura sarebbero già partite le consultazioni con il Comune per scegliere l’area. 

 

Le questioni politiche, invece, non sembrano preoccupare più di tanto. Il sindaco di Capranica ha lanciato un messaggio a Forza Italia: “Se può nascere una sinergia con loro anche fuori da Palazzo Gentili? Beh, esistono già Comuni in cui vengono presentate liste civiche Pd+FI. Per queste elezioni c’è un progetto concreto ed i feedback ci confortano”. Ma perché il Partito Democratico non ha espresso un proprio candidato? “Anche questo - ha precisato sempre Nocchi - era previsto nel famoso accordo. Non è detto che il presidente debba essere ‘nostro’, l’importante è il percorso”. Insomma, il matrimonio appena celebrato tra piddini e azzurri sembra procedere a gonfie vele, per ora. Con buona pace di Lega e Fratelli d’Italia.