Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Dal 13 dicembre vaccini per i bambini in cinque comuni

  • a
  • a
  • a

In attesa di capire se il Lazio, da lunedì, sarà ancora in zona bianca oppure entrerà in fascia gialla, prosegue la campagna vaccinale ed entrano nel vivo i controlli legati al super green pass. Sul fronte delle vaccinazioni, dopo il via libera a quelle pediatriche per la fascia di età 5-11 anni, Viterbo si prepara. Le vaccinazioni pediatriche prenderanno il via il 13 dicembre e nella Tuscia sono stati individuati cinque punti: Montefiascone, Viterbo, Civita Castellana, Vetralla e Tarquinia. Nei prossimi giorni la Asl farà il punto con i pediatri. Resta da capire quanto alta sarà l’adesione e su questo fronte saranno proprio i pediatri a poter intervenire per rassicurare e indirizzare i genitori.

 

 

Sul fronte dei controlli, invece, la prefettura, al termine del vertice sull’ordine e la sicurezza, ha messo a punto una serie di indicazioni. I controlli partiranno lunedì, in concomitanza con l’entrata in vigore del super green pass. Il piano prevede la verifica del possesso del documento nei locali, nelle attività commerciali e nei trasporti. I controlli riguarderanno anche l’uso delle mascherine, se previste dalle ordinanze comunali. Nel capoluogo i controlli saranno affidati, a rotazione e secondo la prevista ripartizione delle zone, a polizia, carabinieri, Guardia di finanza e polizia locale.

 

 

Nel resto della provincia i servizi saranno coordinati dal commissariato di Tarquinia e dai Comandi dei carabinieri. Polizia ferroviaria e stradale effettueranno i controlli sulle strade e nei treni, mentre sui mezzi pubblici questi saranno fatti a campione, prevalentemente al momento della discesa dai mezzi. Sui bus di Francigena e Cotral le verifiche dei super green pass saranno effettuate anche tramite il personale di bordo, sia all’entrata che all’uscita dei mezzi. Il piano della prefettura assegna infine ai sindaci di valutare eventuali misure ulteriori da adottare sulla base di dati dei contagi che quotidianamente sono aggiornati dalla Asl. Tra le misure, ovviamente, anche l’uso delle mascherine all’aperto, che i sindaci non hanno escluso, nel caso si verifichino assembramenti nei centri commerciali e nei locali pubblici.