Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, passi carrabili. In arrivo aumento dell'imposta a Civita Castellana

Alfredo Parroccini
  • a
  • a
  • a

Scintille tra maggioranza e minoranza sull’aumento delle tariffe relative ai passi carrabili che entreranno in vigore a partire dal primo gennaio 2022. A criticare duramente la decisione adottata dalla giunta comunale di Civita Castellana è Rifondazione comunista. “Ci stanno arrivando decine di segnalazioni di cittadini infuriati - spiegano i consiglieri comunali rifondaroli Yuri Cavalieri e Maurizio Romani - che stanno ricevendo in questi giorni dal Comune di Civita Castellana l’annuale bollettino di pagamento dei passi carrabili i quali risultano spesso raddoppiati o addirittura triplicati rispetto all’anno scorso. Tutto questo non è accettabile. L’amministrazione comunale falisca non può pensare di risanare il bilancio sulle tasche dei cittadini, già provate dalla crisi economica dovuta al Covid. Come gruppo Consiliare di Rifondazione comunista chiediamo immediatamente di prorogare il termine di pagamento, di effettuare un controllo degli importi e di provvedere al più presto ad abbassare l’entità della cifra che i cittadini devono pagare al Comune. Siamo governati da una maggioranza di centrodestra che a livello nazionale non fa altro che urlare ‘meno tasse’, ma che poi, laddove governa, tartassa i cittadini che sono stanchi e stufi di questa situazione”.

La seconda polemica è relativa agli uffici della società Talete. Ad accendere la miccia è l’assessore al Bilancio Andrea Sebastiani che sul proprio profilo Facebook commenta: “Neanche quando viene ripristinato il servizio vengono fatti i plausi all’amministrazione , ma solo polemiche da parte del consigliere Cinquestelle Valerio Biondi. Siamo riusciti a ripristinare un servizio assente nel nostro territorio in quanto il nostro obiettivo è quello di dare risposte ai cittadini in tempi celeri. In merito ai tempi di attesa non ci risulta che siano così lunghi come indicato dal consigliere Biondi. Tuttavia è sicuramente presente un po’ di attesa. Questo servizio è rimasto assente per due anni nel periodo di pandemia e stiamo lavorando con gli uffici della società Talete per potenziarlo”.

Alle affermazioni dell’assessore Sebastiani risponde il consigliere pentastellato Valerio Biondi che replica: “Ringraziamo il Comune per l’attivazione del servizio della Talete. Ma quello che noi chiediamo è una migliore organizzazione interna del servizio stesso, soprattutto per evitare file antipatiche. Una modalità da prendere in considerazione è quella degli appuntamenti che possono essere presi per via telefonica oppure tramite il sito istituzionale del Comune”.