Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, rifiuti radioattivi. Terminato il seminario nazionale sul deposito. La versione di Sogin

  • a
  • a
  • a

Si è tenuta ieri, 24 novembre, in diretta streaming, la sessione plenaria di chiusura del seminario nazionale Sogin per l’individuazione del sito che dovrà ospitare il deposito nazionale di scorie radioattive. Oltre 160 i partecipanti al seminario, avviato lo scorso 7 settembre e articolato in 9 appuntamenti durante i quali sono stati approfonditi gli aspetti tecnici della Cnapi e del progetto del deposito nazionale.

 

Il 15 dicembre saranno pubblicati gli atti del seminario che chiudono i lavori e si aprirà la seconda fase della consultazione pubblica, della durata di trenta giorni, durante la quale potranno essere inviate eventuali altre osservazioni e proposte tecniche finalizzate alla predisposizione della proposta di Carta nazionale aree idonee (Cnai), che terrà conto dei contributi emersi nelle diverse fasi della consultazione pubblica. Al termine di questa fase, con la pubblicazione della Cnai, le Regioni e gli enti locali potranno esprimere le proprie manifestazioni d’interesse, non vincolanti, ad approfondire ulteriormente l’argomento.

 

 

“Il seminario nazionale - ha commentato Emanuele Fontani, amministratore delegato di Sogin – è stato un momento di confronto significativo con i territori di riferimento. L’ampia partecipazione dei cittadini e dei principali stakeholder ci ha consentito di rispondere ai diversi interrogativi che ruotano attorno alla realizzazione del Deposito e di sottolineare, una volta di più, la necessità di tale infrastruttura per il Paese al fine di chiudere il ciclo del nucleare italiano e gestire in maniera più sostenibile e sicura i rifiuti radioattivi, inclusi quelli prodotti dalla medicina nucleare, dall’industria e dalla ricerca scientifica”.