Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, anziani in aumento. La Tuscia continua ad invecchiare. I dati

Roberto Pomi
  • a
  • a
  • a

La Tuscia e il suo capoluogo sono sempre più vecchi. L’età media della popolazione è andata progressivamente crescendo nel nuovo millennio. I dati statistici ci rivelano che nel 2002 l’età media della popolazione di Viterbo era di 43,1 anni. Nel 2021 siamo a 46,4 anni. Un invecchiamento costante, condiviso con tutti i comuni della provincia. Nel 2002, rimanendo sempre sulla città dei papi, il 19,9% della popolazione aveva sopra i 65 anni, oggi siamo al 23,9%. Quasi stabili i giovani (0-14 anni) che nel 2002 erano al 12,8% e nel 2021 sono al 12,1%. Si assottiglia il numero degli adulti (15-64 anni) che passano dal 67,4 del 2002 all'attuale 64%.

 

 

A fotografare in maniera netta l'invecchiamento di Viterbo ci pensa l'indice di vecchia. Parametro statistico che rappresenta il grado di invecchiamento di una popolazione. È il rapporto percentuale tra il numero degli ultrassessantacinquenni e il numero dei giovani fino ai 14 anni. Ad esempio, nel 2021 l'indice di vecchiaia per il comune di Viterbo dice che ci sono 197,7 anziani ogni 100 giovani. Nel 2002 erano 155,7. Negli altri comuni più popolosi del Viterbese si registra una situazione anche peggiore. A Montefiascone l'indice di vecchiaia attuale è di 238,6 anziani ogni 100 giovani. Nel 2002 era di 205 ogni 100. L'età media è salita da 45,4 anni a 48,1. 
A Vetralla attualmente si registrano 195,7 anziani ogni 100 giovani. Nel 2002 erano 149,3 e l'età media è passata da 42,7 (2002) a 46,5. 
Ringiovanisce Monte Romano che passa da un indice di vecchiaia di 189 nel 2002 a un contemporaneo 179. Diventa più giovane anche Orte che passa da un indice di vecchiaia di 186,9 anziani ogni cento giovani del 2002 a 163,3 di oggi. Con un'età media che si è mantenuta stabile nell'arco dei venti anni trascorsi e oggi sta a 45 anni. In controtendenza anche Bassano in Teverina con 240,8 del 2002 e gli attuali 228,9. Cresce nel tempo ma ha un rapporto molto basso Vitorchiano: 99,6 nel 2002 e 103,3 nel 2021. Torna più giovane anche Castiglione: 226,6 nel 2002 e 197,4 ora. Sprofonda Tarquinia che contava nel 2002 151,1 anziani e oggi sta a 215,7. Peggio ancora fa Montalto di Castro: nel 2002 131,8 anziani ogni 100 giovani e nel 2021 sono 206. A Tuscania si è passati, sempre negli stessi estremi temporali, da un indice di 165,9 a 212,1.

 

 

A Civita Castellana si è saliti da 125,8 anziani ogni cento giovani a 200,6. A Ronciglione da 156,9 a 220,1. A Soriano da 142,2 a 231. Invecchia tanto Graffignano: 237,4 del 2002 e 271,6 nel 2021. Stessa situazione a Bagnoregio, dove l'età media sale dai 46 anni del 2002 ai 49,7 attuali e l'indice di vecchiaia schizza a 323 anziani ogni 100 giovani. Peggio Bolsena con l'età media salita a 51,2 anni (nel 2002 era 46,5). L'indice di vecchiaia della zona lago schizza alle stelle a Latera: si è passati da 307 anziani ogni cento giovani del 2002 a 644 attuali. Tessennano va da 300 a 475. Tra i paesi più invecchiati c'è Proceno con indice di vecchiaia attuale di 506,3 anziani ogni cento giovani.