Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbo, rifiuti di Roma a Monterazzano dopo essere stati trattati ad Aprilia

Mattia Ugolini
  • a
  • a
  • a

In arrivo a Viterbo da Aprilia altre centinaia di tonnellate di rifiuti romani. Questa l’indiscrezione bomba lanciata da Repubblica e ripresa dalla consigliera dem Luisa Ciambella. Campidoglio ed Ama avrebbero raggiunto un accordo con la Rida di Aprilia per smaltire nel pontino 250 tonnellate al giorno di rifiuti indifferenziati, che saliranno successivamente a 300 e poi, per le festività natalizie, potrebbero salire fino ad un massimo di 600 tonnellate. Dal comune latinense, la spazzatura sarà poi spedita nella città dei papi. La Regione e l’Arpa, sempre secondo Repubblica, avrebbero già espresso parere favorevole all’operazione. L’ultima parte a dover dare l’ok sarebbe Ecologia Viterbo”.

 

 

Per cui, se non dovessero arrivare in queste ore delle smentite, verrebbe svelato l’arcano che si celava dietro l’allarme lanciato dal consigliere Giulio Marini. Il forzista aveva detto in Consiglio di “essere stato messo al corrente di un ulteriore aumento della quantità di rifiuti da convogliare per lo smaltimento verso Viterbo” e, in virtù di questo, aveva chiesto di fissare un Consiglio straordinario alla presenza di Zingaretti e Valeriani. Probabilmente, l’ex sindaco faceva riferimento all’indiscrezione lanciata lunedì da Repubblica. In attesa di sapere quando arriverà la resa dei conti tra Comune, Provincia e Regione,

 

 

Luisa Ciambella torna a tuonare contro l’emendamento Panunzi, ossia lo strumento che sta consentendo alla Pisana di inondare di rifiuti la discarica di Monterazzano: “Subito - afferma Ciambella - un referendum per cambiare la norma che ha condannato Viterbo ad essere la pattumiera del Lazio”. La consigliera rincara la dose: “Alle spalle della Tuscia è stata trovata un’altra volta la soluzione ai problemi della gestione rifiuti della Regione Lazio e di Roma. Il sindaco di Viterbo ed il presidente della Provincia ne erano informati? Le cose stanno veramente così? E' normale che i viterbesi debbano apprendere queste notizie dai giornali? Cosa faranno ora i nostri rappresentanti? Dopo la sfilata estiva a Monterazzano, con tanto di fascia, assisteremo anche a quella invernale?”.