Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo Covid, il virus dilaga tra i bambini: 133 contagiati tra gli under 12

E. C. 
  • a
  • a
  • a

I contagi anche in provincia di Viterbo continuano a salire (ieri sono stati 47), ma grazie ai vaccini l’epidemia è assolutamente sotto controllo. Lo indica l’aumento sempre più vistoso della circolazione del virus tra gli under 12 (tutti sicuramente non vaccinati). E lo dimostra, dato molto importante, la totale assenza di ricoveri in terapia intensiva. A un anno dal picco del 2020, sono i numeri a sfatare le tesi dei negazionisti, laddove, pur a fronte di varianti (Delta e ultimamente Delta Plus) altamente contagiose, il Covid oggi fa molto meno paura di 12 mesi fa. Il primo numero da prendere in considerazione, seguendo il filo logico di questo ragionamento, è appunto quello relativo agli under 12, che a ieri erano 133 su 629 positivi totali, con curva in costante ascesa da qualche settimana. Sempre ieri dei 47 contagiati accertati dalla Asl, 18 sono minorenni (di cui 16 sono under 12). Nel bollettino pesa, tra l’altro, un mini cluster a Carbognano: 8 casi in una quinta elementare. 

 

Per bloccare ulteriormente la circolazione del Covid le autorità sanitarie locali, così come la Regione, confidano pertanto nell’apertura, al più presto, della finestra vaccinale per questa specifica tipologia di popolazione, dal momento che, seppure clinicamente il virus non appaia pericoloso per i bambini più piccoli, è un fatto che questi lo portino comunque a casa, infettando genitori e parenti vari indipendentemente dal fatto che siano vaccinati o meno. L’indice di trasmissibilità di quella che ora viene chiamata variante Delta Plus è infatti altissimo. E allora cosa sarebbe accaduto se non ci fosse stata nei mesi scorsi la campagna di vaccinazione di massa? Presto detto, ancora una volta parlano i numeri: il 13 novembre di un anno fa nella Tuscia (a fronte oltretutto di una variante molto meno contagiosa) c’erano 3755 positivi contro i 629 attuali; i ricoveri erano 125, oggi sono 20 (tredici a Belcolle e 7 in strutture ospedaliere extra Asl). Va detto che questi ultimi sono persone per lo più vaccinate, ma nessuna è grave, (si tratta in larga parte di cinquantenni e di qualche quarantenne con patologie pregresse). Sempre un anno fa c’erano, al 13 novembre, 3755 positivi in convalescenza domiciliare a fronte dei 609 di oggi. 

 


Circa il bollettino di ieri, 10 casi sono stati accertati a Carbognano, 8 a Nepi (dove oggi sono previsti i test antigenici per gli alunni), 5 a Civita Castellana, 3 a Faleria, Fabrica, Soriano e Viterbo, 2 a Bassano in Teverina, Caprarola e Montefiascone, uno a Canepina, Gallese, Oriolo, Orte, Tarquinia e Vignanello. Sempre ieri è stata comunicata la fine del periodo di isolamento o la negativizzazione di 23 pazienti: 6 a Viterbo, 5 a Vetralla, 2 a Celleno, Ronciglione e Sutri, uno a Barbarano Romano, Marta, Montefiascone, Nepi, Orte e Tuscania.